Tag Archives: tedeschi

Anche i piccoli tedeschi frignano.

9 Lug

In questo periodo, bisogna recuperare un briciolo di dignità e di orgoglio patriottico, dopo che i festini a villa Arzilla hanno fatto il giro del mondo e dopo il fondamentale sondaggio secondo cui i turisti italiani sono tra i meno simpatici al mondo, bisogna darsi un tono e, per farlo, il metodo più  giusto e veloce consiste nel buttare un po’ di melma ingiuriosa sugli altri Paesi. Allora, i turisti italiani non sono amati nel resto del mondo. E perché mai? Forse perché vanno in giro nelle calette a rubare i sassolini bianchi per ricavarne tappetini per la doccia (sentiti e visti con i miei occhi) ? Forse perché urlano quando sono per strada, nei ristoranti, nei negozi? Forse perché fanno squillare il telefonino ovunque e iniziano ad urlare quando rispondono? Forse perché i bambini strillano e pestano i piedi come indemoniati, in spiaggia, per la strada, al supermercato? E allora vogliamo parlare dei bimbetti tedeschi che ho visto in spiaggia con i miei occhi? Frignavano, strillavano e scapricciavano (voce del verbo fare i capricci) senza ritegno, con le mamme tedesche (uscite direttamente da Desperate Housewives, una bionda e l’altra bruna, belle e discretamente stressate) che, nell’ordine, li ignoravano, li minacciavano e poi strillavano pure loro. Cose mai viste, perché i tedeschi, in genere, sono sempre molto composti, i bambini educati e calmi, insomma, tedeschi. Questi no, questi erano diversi, erano dei piccoli tedeschi strani. Poi, è arrivato il papà (i papà si riconoscono dall’orario di arrivo: arrivano sempre più tardi perché devono trovare un parcheggio in Oceania e vanno via prima perché devono oltrepassare l’oceano per recuperare l’auto) ha iniziato a parlare, e ho capito. Il papà era italiano. Ma perché dobbiamo sempre farci riconoscere? Über alles in der Welt.