Tag Archives: scritte sui muri

Il ragazzo si farà.

9 Apr

scritte-sui-muri-le-hoganIl lieto evento è avvenuto qualche tempo fa, e ne avevamo già parlato qui sul monte, il piccolino l’hanno chiamato Regimino e, devo ammettere che sta crescendo bene, con una bella faccia da schiaffi, tutto suo padre. O meglio, i suoi padri. Per intenderci, Regimino è quel coso che hanno concepito e partorito i nostri politici negli ultimi anni. Quella nuova specie di Governo che riesce a cancellare i diritti dei cittadini con lo stesso sorriso bonario che ha un padre mentre ti massacra di botte e ti dice che lo fa per il tuo bene, solo per il tuo bene e di tuo fratello, di tua sorella, di tua mamma e di tutta la famiglia. Il padre, naturalmente, ti convince di aver ragione e di meritare ancora più botte. Allora, Regimino cresce bene e tra un ‘nghe ‘nghe e l’altro, infila una proposta di legge, sempre democratica, sempre nell’interesse dei cittadini. Una delle ultimissime è questa: le associazioni ambientaliste che proporranno ricorso al Tribunale amministrativo, per un sospetto abuso edilizio, potrebbero essere obbligate a pagare risarcimenti milionari, in caso di sospensione dei lavori di costruzione, se il ricorso venisse respinto. In pratica, per paura di vedere i propri fondi completamente prosciugati, le associazioni potrebbero rinunciare a denunciare qualsiasi abuso edilizio, un toccasana per l’edilizia, per il cemento, per i costruttori. La proposta, naturalmente, non prevede un obbligo di risarcimento in capo ad altri soggetti, ma solo per le associazioni ambientaliste, unico vero ostacolo allo sviluppo economico italiano, e non prevede nessuna responsabilità simile per i giudici che dispongono la sospensione dei lavori. Che possiamo fare se non applaudire l’ultimo vagito di Regimino? Vogliamo forse ricordare tutti i morti causati dall’inquinamento industriale, nonostante le denunce ed i processi farsa? Vogliamo ricordare quanto devono penare, e spendere, in questi casi, i cittadini per intraprendere azioni giudiziarie? Vogliamo ricordare Porto Marghera? Vogliamo ricordare le costruzioni sismiche fatte con i piedi e senza alcun controllo da parte delle Istituzioni? Vogliamo ricordare le scuole costruite con la pasta frolla? O preferiamo ricordare progetti di ville in zone archeologiche, per i quali i tribunali dicono che tutto va bene? No, non ricordiamo ma continuiamo ad allevare Resistenzina, che sta crescendo bene pure lei.

 

(lo so che la scritta non c’entra niente ma mi piaceva..)