Tag Archives: queen

Too much love…

30 Mar

…will kill you”, così scriveva Brian May (probabilmente in un periodo particolarmente incasinato della sua vita) e così suonavano e cantavano i Queen, “too much love will kill you, if you can’t make up your mindtroppo amore ti ucciderà se non riuscirai a deciderti”, “too much love will kill you everytime”, “troppo amore ti ucciderà, sempre”, “too much love will kill you Every time Too much love will kill you It’ll make your life a lie Yes, too much love will kill you And you won’t understand why”, “troppo amore ti ucciderà, sempre, renderà la tua vita una bugia, sì, troppo amore ti ucciderà e tu non capirai perché”. La cantavano i Queen e, da quando ho letto la dichiarazione di S. I “ha vinto l’amore”, non riesco a togliermela dalla testa e vorrei esortare i tipi delle varie opposizioni a muovere i comodi quarti posteriori, smettere di contare chi di loro ha più peli nel naso, e pensare ad un programma politico decente e concreto, preferibilmente in linea con le esigenze della gente, prima che tutto questo amore ci travolga perché, diciamocelo, a noi l’ammmoooore ci piace tanto ma se è troppo uccide.

 Too much love will kill you: la storia – il testo – la traduzione.

(il video con Brian May e Pavarotti, perché in questo caso un pizzico di made in italy ci sta bene)

Highlander in culla.

22 Set

A vederlo così, barcollante e incerto nel suo incedere con il triciclo non si direbbe ma il piccolo Connor MacBoh potrebbe essere l’ultimo immortale ancora al mondo, l’ultimo Highlander, l’ultimo ma anche il più pericoloso, il più temibile, il più crudele di tutti gli immortali mai esistiti. Ha solo tre anni ma con la sua banda di giovani cinquenni e quattrenni senza scrupoli, dei quali è il capo, il leader affascinante e carismatico nonostante il linguaggio ancora da troglodita, i movimenti non proprio scattanti ed il fisico poco atletico, vaga per le città scozzesi saccheggiando case, giardini, raccolti e seminando il panico tra i poveri cittadini impauriti. Molti testimoni hanno raccontato alla polizia di Strathclyde di aver sentito il giovane Highlander pronunciare parole incomprensibili e misteriose, apparentemente senza senso e ripetere spesso come una sorta di mantra la frase “uo trà e oo” che gli scaltri agenti delle polizia hanno sapientemente interpretato come “ne resterà solo uno” in antica lingua celtica, grave indizio del fatto che dietro l’aspetto innocente si nascondeva l’ultimo immortale, il più feroce di tutti. Per fortuna, i poliziotti scozzesi non sono degli stolti e hanno iniziato ad indagare sul piccolo diavolo, hanno avvisato la famiglia, allertato la popolazione, la notizia ha fatto il giro del mondo ed è arrivata fino a noi, per ricordarci che l’Italia non è poi così male. There can be only one, per fortuna.

P.S. a me Highlander era piaciuto moltissimo, nonostante le critiche, e nel trailer oltre al giovane Christopher Lambert (che, come molte adolescenti, adoravo) si vede un affascinante, diciamo pure strepitoso, Sean Connery (che, dopo i trenta si apprezza molto di più..!!!!) e si sente la musica dei Queen e la voce di Freddy Mercury, cos’altro avrei potuto chiedere ad un film?!