Tag Archives: mancinismo

Orgoglio mancino.

13 Ago

Oggi si festeggia la Giornata mondiale dei mancini. Non vi sembri una celebrazione obsoleta o fuori luogo, poiché i mancini, negli anni, hanno subito discriminazioni assurde, originate esclusivamente dalla stupidità unita all’ignoranza (un matrimonio sempre nefasto). Perciò, questa giornata è dedicata a tutti coloro che, ancora oggi, quando usano le forbici devono fare acrobazie più ardite di quelle fatte da Yuri Chechi, sembrando però dei perfetti imbranati (o managhi, come si dice dalle mie parti); a quelli che, quando seguono lezioni, convegni, conferenze, si ritrovano seduti su meravigliose sedie con il tavolino a destra e hanno due possibilità: fare le solite acrobazie o “rubare” il tavolino della sedia a sinistra, sempre che non sia già occupata; a chi non sa che farsene del coltello da pesce, dal momento che la lama è al contrario; a chi apre porte e portoni creati per la parte più numerosa della popolazione;  a chi mette il foglio di traverso, in modo da non macchiarlo mentre scrive o mette di traverso direttamente la mano, per lo stesso motivo; a chi ha modificato la propria chitarra, per poterla suonare; a chi usa l’apriscatole con le suddette acrobazie o con la mano destra, pur essendo mancino; a tutte le persone che, da bambine, hanno subito dei veri e propri soprusi, violenze fisiche e psicologiche, affinché non utilizzassero la “mano del diavolo” e facessero, invece, scarabocchi con la mano giusta (chi ha mai visto scrivere Dio o Lucifero, per poter affermare una cosa simile?). A tutti i fratelli e le sorelle mancini come me, ricordate che la vostra mano è quella giusta! Left is right 😉

Per saperne di più:

http://www.lefthandersday.com/

http://it.wikipedia.org/wiki/Mancinismo

http://www.mondomancino.com/

http://mancinismo.info/

(la mano l’ho presa qui )

Orgoglio mancino.

13 Ago

Oggi si celebra la giornata dell’orgoglio mancino, mi perdonerà Fra Puccino, se per un giorno mi occupo di “giornate mondiali” al posto suo ma io, mancina, modestamente, lo nacqui e quindi celebro. Fino a poco tempo fa, anche soltanto l’idea di avere a che fare con un mancino era considerata una grande sciagura, negli anni ’50 e ’60 i genitori e gli insegnanti usavano punizioni corporali per impedire ai bambini l’uso della mano del diavolo e oggi, purtroppo, ancora mi capita di vedere delle mamme sprovvedute (l’espressione esatta è “poco intelligenti” ma non la userò..!) che, con un impegno veramente fuori dal comune, obbligano i poveri infanti ad utilizzare la mano destra, strappando dalla loro piccola e innocente manina sinistra qualunque oggetto che possa essere usato per mangiare o per scrivere. Insomma, quando la gente non ha di meglio da pensare, si dedica a coltivare tradizioni nefaste, che negano qualunque diversità tra gli individui, “figlio mio, tra i nostri vicini di casa nessuno scrive con quella manaccia sinistra, e neanche tu lo farai, dovrai passare sul mio cadavere ma è più probabile che prima io ti frantumi la mano, per il tuo bene”, e obbligano i piccoli esseri umani a considerare il proprio corpo sbagliato, inadeguato, con notevoli conseguenze negative sul piano psicologico e motorio.

Quest’anno, oltre alla solita storia sul fatto che i mancini sono più intelligenti, più creativi, semplicemente “più” dei destrimani, destriformi, destrimaniaci, o come si chiamano, storia sempre consolatoria per tutti i mancini del mondo mediamente intelligenti (si citano sempre Leonardo, Einstein, Michelangelo, ed ora c’è la new entry Barack Obama ma non si citano i sottosviluppati, per fortuna) ho scoperto delle cose nuove sui mancini: per esempio, i mancini sono più severi con se stessi e, udite, udite, sono anche più ricchi degli altri. Così dicono gli scienziati. Tutto ciò è meraviglioso, o meglio, potrebbe essere meraviglioso, se non ci fosse quella percentuale del meno 4% che riguarda le donne mancine, le quali, per colpa del corpo calloso del cervello, così dice la scienza, guadagnano appunto meno dei loro colleghi maschi. Considerando che negli anni ’20 e ’40 del XX secolo erano gli stessi scienziati ad alimentare i pregiudizi sui mancini, credo che tutte queste teorie possano, serenamente, essere conservate in fondo al cassetto. Per celebrare la giornata, la proposta di quest’anno è rivolta ai destrimani: per un giorno, provate ad utilizzare le forbici con la mano sinistra e buon divertimento!