Vintage elettorale.

2 Giu

Quest’anno, voglio fare un esperimento, voglio catapultarmi nell’atmosfera degli anni ’40, quando gli uomini e le donne in quel lontano 2 giugno 1946 (finalmente le donne al voto!) hanno deciso del loro presente e del nostro futuro, regalandoci una forma di governo nuova di zecca, quella Repubblica nella quale la sovranità appartiene al popolo e non più ad un individuo e ai suoi eredi. Dovremmo ricordare ogni giorno l’enorme potere/dovere di cui siamo titolari, e dovremmo esercitarlo sempre, con determinazione, responsabilità, consapevolezza, nell’interesse della collettività, senza pigrizia. Ringraziando, ogni giorno, chi ci ha fatto questo dono.

Forse, mentre andavano a votare, nell’aria risuonavano queste note 😉

Annunci

2 Risposte to “Vintage elettorale.”

  1. Franz 2 giugno 2015 a 3:24 pm #

    Le nostre origini, la nascita e l’infanzia della nostra Repubblica, scandita da musiche dolci e ingenue, eppure molto accurate nell’armonia.
    E la vertigine di tutta la corruzione che ne ha accompagnato la crescita, fino all’attuale presente, critico, pericoloso ma non ancora disperato.

    • lagiraffa 2 giugno 2015 a 8:46 pm #

      Un presente non ancora disperato ma ancora così lontano da quella voglia di rinascita che avevano i nostri nonni o padri, come se vivessimo in un eterno dopoguerra dal quale però non riusciamo a risollevarci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: