Le faccine come antidoto per l’infelicità :-) :-) :-)

23 Mar

logo-bandiera-madauLa notiziona è di qualche giorno fa: il campionato mondiale italiano della felicità è stato vinto da Cagliari, il capoluogo di un’isola spuntata qualche milione di annetti fa, in mezzo al Mediterraneo, terra di bronzetti, di nuraghi, di pecore, di mare cristallino, di sottosegretarie inette, di gloriosi politici, di Presidenti della Repubblica luciferini, di buon vino, di pabassinas,  di gente con le pezze al culo, splendore ai confini dell’Impero. Cagliari, in base alle vagonate di faccine sorridenti infilate nei tweet  analizzati da un indicatore chiamato “iHappy”, è la città più felice d’Italia. La notizia sembrerebbe stonare con gli altri dati della realtà, quelli dell’indicatore “iFame” che ci dice quanti fanno (quasi) la fame in Sardegna e ci indica tassi di disoccupazione e povertà spaventosi, che potrebbero agevolare un certo livello di infelicità. E invece no, noi, come i cubani che ballano sempre e sono allegri nonostante tutto, e come Bocca di Rosa che metteva l’amore sopra ogni cosa, mettiamo le faccine sorridenti su ogni cosa, su Twitter, e anche sugli spaghetti al pomodoro, nel ripieno dei culurgiones, fra un po’ persino sulla bandiera dei Quattro Mori, perché questo è il nostro modo di reagire e perché, in fondo, noi l’abbiamo sempre saputo che il maestrale risolve ogni cosa e, alla fine, ci porta pure la felicità. A chent’emoticons 🙂 🙂 🙂

Annunci

5 Risposte to “Le faccine come antidoto per l’infelicità :-) :-) :-)”

  1. Anna 23 marzo 2015 a 3:20 pm #

    Pensa che per una cagliaritana come me che vive a Milano (Milano pare sia risultata all’ultimo posto) pensare alla propria città natale, conoscendone i vari problemi, un pò cubana si sente 🙂 faccina di circostanza.
    E’ possibile che le faccine dei cagliaritani su iHappy siano collegati proprio alla disoccupazione? Occupare il proprio tempo rimanendo collegati ai vari network quando non si ha nulla da fare? 🙂 Altra faccina di circostanza.
    Io che vivo a Milano, di faccine mi toccano queste 😦 😦 😦

    • lagiraffa 23 marzo 2015 a 10:32 pm #

      Ah Anna, può darsi che sia come scrivi! La cosa divertente è che il disoccupato ride 😀 e il lavoratore è triste 😦 questo Paese ha decisamente bisogno di cure ..

      • Anna 24 marzo 2015 a 9:34 am #

        mi sa che hai ragione 😦

  2. No Blogger 24 marzo 2015 a 11:26 pm #

    forse è meglio far meno faccine un po’ idiote 😮 e rimboccarsi le maniche un po’ di più 😀

  3. lagiraffa 25 marzo 2015 a 8:30 am #

    Concordo 😀 😀 😀 😛 😀 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: