Cinque cose che avrei dovuto sapere qualche anno fa.

10 Nov

mordillo-giraffeHo sempre pensato che guardarsi indietro, pensare al passato, a ciò che si è fatto o vissuto, fosse una pessima cosa. Mi proiettavo verso il futuro, illudendomi che solo così avrei potuto progredire nella mia vita, realizzare i miei sogni. E così zac, un taglio al passato e via verso il futuro, dimenticando che, nel frattempo, tutto accadeva al presente. In conclusione, metodo inefficace, previsioni sbagliate, vita che insegna, con i suoi modi sempre un po’ bizzarri e bruschi. Perciò, oggi accetto il fatto che si può guardare al passato, per comprendere , veramente, come migliorare il presente, mentre per il futuro, beh, accetto il fatto che, ogni minuto che passa è già futuro perciò non lo posso comprendere, perlomeno non con il mio cervello di essere umano limitato. E, allora, adesso ci ripenso, al passato, e credo che conoscendo in anticipo due o tre trucchi del mestiere di vivere, mi sarei risparmiata qualche fiammata allo stomaco, qualche litro di lacrime, qualche prurito alle mani. La chiamano esperienza, e pare non sia possibile fare senza, dal momento che è diversa per ogni singolo essere umano su questa terra.

Però, mi sarebbe stato utile sapere che:

1. Se ti ascolti, bene, con attenzione e senza pregiudizi, riesci a capire perfettamente cosa vuoi, cosa sei, e anche cosa ti fa stare bene. Tutto in un colpo solo. Basta pulire e lavare bene l’orecchio interno, e si evita di fare scelte idiote, di camminare a vanvera e, sopratutto, di chiedersi, a distanza di anni, “ma che cavolo mi è saltato in mente?!“.

2. Dopo aver capito cosa vuoi, cosa sei etc. etc., devi avere la forza di non voltarti dall’altra parte facendo finta di niente. Una volta ricevuta la bella illuminazione su te stessa, non devi cercare di essere un’altra cosa, pensando di far contente altre persone. Ciò che alcuni pensano, dicono, capiscono, o non ascoltano di te non è un tuo problema e non puoi passare il tempo a spiegarti o a farti accettare o, peggio ancora, a cambiare, per rassicurarli o compiacerli.

3. Credere, in quello che sei, in quello che fai, nella possibilità di farlo, è un buon inizio per migliorare. Devi imparare a farlo ogni giorno. Ogni santo giorno.

4.  Condividere senza remore, quello che sei, e quello che hai, con le altre persone, in modo onesto e sincero, ti arricchisce, ti rende una persona migliore, ti fa stare bene. In su bucconi sprazziu s’angelu sinci sezzidi, nel boccone diviso si siede l’angelo, vale non solo per il pane ma anche per il cuore, senza farlo a pezzi, naturalmente.

5. Ogni tanto, devi semplicemente lasciar perdere, lasciare che le cose vadano da sole, senza opporre resistenza. Rilassati, goditi il viaggio e sentiti felice. E non fare troppi elenchi 😉

Annunci

4 Risposte to “Cinque cose che avrei dovuto sapere qualche anno fa.”

  1. No Blogger 10 novembre 2014 a 11:18 pm #

    beata te…..ora di accorgersene e di capirlo 😛

    • lagiraffa 10 novembre 2014 a 11:37 pm #

      che ci vuoi fare? sono un po’ dura di comprendonio 😛 e chissà quante cose dovrei sapere adesso!

  2. kalojannis 24 novembre 2014 a 12:59 pm #

    Penso che la difficoltà consista non nel guardare con dolcezza al passato, ma alla proiezione che di quel passato (spesso depurato dagli aspetti negativi) si dà sul presente…
    il “se avessi fatto questo o quest’altro, oggi sarebbe…” è quello che ci distrugge…
    nei momenti di difficoltà, mia madre mi ricorda che non esistono scelte sbagliate, ma scelte che nel momento in cui sono state fatte ci sembravano giuste…

    • lagiraffa 24 novembre 2014 a 2:39 pm #

      E infatti la tentazione di uno sguardo al passato si presenta proprio nei momenti più difficili, quando ci si chiede quando e perchè qualcosa è andato storto, nella speranza di non ripetere più la scelta, o di cambiare atteggiamento, perchè si sa che le cattive abitudini sono quelle più difficili da abbandonare.. Il problema è capire quale sia la scelta giusta, preferibilmente al momento giusto 😀 e w le mamme, che hanno sempre ragione!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: