Finalmente, una buona notizia per i consiglieri sardi accusati di ladroneria.

4 Dic

confettiAmmetto che, negli ultimi mesi, le vicende dei consiglieri regionali sardi, accusati di aver usato indebitamente soldi pubblici e quindi sottoposti a custodia cautelare in carcere, mi hanno turbato non poco. Le prime notti non ci ho dormito e, ancora oggi, mi rammarico del fatto che, se le accuse fossero confermate, uno dei consiglieri coinvolti abbia organizzato il banchetto di nozze con i soldi di tutti noi, senza nemmeno mandarci la bomboniera a casa! Io non mi capacito di tanta insensibilità. Da quando è nato il mondo, da quando esistono i matrimoni, funziona così: ti sposi, mi inviti, ti faccio il regalo, forse vado al ricevimento, e in ogni caso, poi mi dai la bomboniera con i confetti. Ecchecavolo! Si fa così! Almeno i confetti… Invece, niente. Ma, naturalmente, le indagini sono ancora in corso e tutto deve essere ancora accertato in via definitiva perciò, il mio rimpianto, per quella bomboniera da mettere nella vetrina con pizzi e merletti, è momentaneamene sospeso. Per fortuna, in questa travagliata vicenda, è spuntato un raggio di sole, a rallegrare i giorni e le notti, sopratutto di noi sardi, alluvionati, disoccupati, squattrinati. Infatti, una delle domande che non mi abbandonavano nelle mie notti insonni, era questa: come faranno, ora, i nostri consiglieri, ad andare avanti? Qualcuno avrà pensato a dargli un obolo, una piccola offerta, almeno per le necessità? Avranno già attivato un numero verde per le donazioni a favore di questi poverini? Sì, per fortuna, il nostro sistema pensa a tutto.  Ai nostri consiglieri, compreso l’onorevole condannato, viene garantito il minimo per vivere. Continueranno a percepire le loro indennità, con una riduzione del 30%. Se poi, avete voglia di sapere se la cifra è congrua, o comunque sufficiente per la sopravvivenza dei nostri (per viva preoccupazione, e non per fare i conti in tasca alla gente, sia chiaro) potete visitare il sito del nostro Consiglio regionale. E se proprio non vi basta e, per esempio, volete sapere se (sempre nel caso in cui fossero accertati i reati e le relative responsabilità) uno dei nostri eroi, avrebbe potuto acquistare quelle benedette bomboniere con soldi propri, date uno sguardo alle dichiarazioni dei redditi, e poi, fatevi una camomilla doppia. Anzi, iniziate a mettere l’acqua sul fuoco, così è già pronta.

Annunci

5 Risposte to “Finalmente, una buona notizia per i consiglieri sardi accusati di ladroneria.”

  1. masticone 5 dicembre 2013 a 11:27 am #

    sempre avuto un debole per i sardi

    • lagiraffa 5 dicembre 2013 a 11:36 am #

      😀

  2. Baol 5 dicembre 2013 a 5:26 pm #

    Ciao Giraffa!

    🙂

  3. No Blogger 6 dicembre 2013 a 4:45 pm #

    questa “onorevole” Francesca Barracciu è mitica: ha dichiarato al p.m. di aver speso 33 mila euro fra il 2006 e il 2009, quand’era consigliera regionale (ora è deputato europeo), esclusivamente in benzina per partecipare a incontro con i cittadini in lungo e in largo per tutta la Sardegna.
    62 chilometri al giorno, comprese le domeniche, i Natali, le Pasque e tutte le altre feste comandate, 942 chilometri al mese, 24 mila all’anno.
    Instancabile.

    • lagiraffa 6 dicembre 2013 a 5:45 pm #

      da far invidia a un agente di commercio..e si candida a diventare presidente della regione, sai che viaggi lunghi dovrebbe fare, su e giù per l’isola..io le toglierei la patente, prima che sia troppo tardi 😆

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: