Un minuto di silenzio.

20 Apr

Un minuto di silenzio per la scomparsa della dignità dell’Italia.

AUGURI-ITALIA(l’immagine l’ho presa da qui)

Annunci

11 Risposte to “Un minuto di silenzio.”

  1. No Blogger 21 aprile 2013 a 2:37 pm #

    meglio allora la marcia cioè la marcetta su Roma?
    Abbiamo una classe politica ormai ampiamente squalificata, compresa quella di recente acquisizione.

    • lagiraffa 21 aprile 2013 a 3:35 pm #

      Appunto.

  2. Baol 21 aprile 2013 a 6:39 pm #

    Anche quella di recente acquisizione, sì, infatti…

  3. kalojannis 22 aprile 2013 a 1:36 pm #

    Mi sorge un dubbio: ma non è che alla fine, anziché accordi sottobanco, incuici e via discorrendo, tutto sto’ casino sia frutto della tipica mentalità italiana dell’attaccamento alla poltrona?
    Se entro in Parlamento (prendendo quello che prendo ogni mese) e so che, votando una persona rispettabile come Prodi, dopo sei mesi si andrà a votare (e perdero’ il mio stipendio), probabimente nel segreto dell’urna mi verrà in mente di “impallinare” il Romano… per favorire un governo che duri il più a lungo possibile (chissenefrega della volontà degli elettori).
    Il mistero del non voto a Rodotà, rimane comunque un mistero…
    Saluti dall’estero 🙂

    • lagiraffa 22 aprile 2013 a 9:53 pm #

      Nelle menti contorte (e, a questo punto, forse pure un po’ bacate) dei geni del pd tutto può essere circolato, tutto tranne il bene degli italiani. A me è quasi sembrato che il nome di Prodi sia stato buttato lì come si buttano gli assi e le regine sul tavolo da gioco.. Di sicuro, non hanno fatto una grande figura e pure oggi, mentre Napolitano gli ricordava quanto sono stati inetti (ad essere buona) in tutti questi anni, loro appaludivano alla propria inettitudine, non sono meravigliosi?!
      Australia o Cayman?

      • kalojannis 7 giugno 2013 a 3:03 pm #

        Né Australia né Cayman.
        Niente mare.
        Le terra della pioggia e della non-luminosità…
        quantomeno, sul lavoro, ho ottime soddisfazioni (soprattutto se comparate a quelle che ho avuto in Italia, facendo la professione che sai 😉 )

        • lagiraffa 8 giugno 2013 a 4:50 pm #

          Be’, ci vuole un bel po’ di coraggio anche per scegliere la terra della pioggia e della non-luminosità ma mi pare che il coraggio sia stato adeguatamente ricompensato! E non fatico a credere che le soddisfazioni siano enormemente più grandi rispetto a quelle della professione precedente 😉

  4. Regina Madry 22 aprile 2013 a 3:37 pm #

    mah. può ancora peggiorare…

    • No Blogger 24 aprile 2013 a 10:18 pm #

      sì, al peggio non c’è mai fine, ma siamo sulla buona strada.

  5. Franz 14 maggio 2013 a 1:05 pm #

    A Gira’, ché nun finisce mai ‘sto minuto? 🙂

    • lagiraffa 16 maggio 2013 a 10:43 pm #

      A France’, ha da passa’ a nuttata 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: