Perché Grillo.

1 Mar

pidocchi con valigiaAlla fine, sono andata oltre le sogliole (del precedente post) oltre qualsiasi dubbio e ho dato fiducia ai “grillini”, cioè al Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo, e sono soddisfatta della mia scelta.

Perché?

– Perché quella iniziata da Grillo è la cosa più simile ad una rivoluzione, sia pure civile, che io conosca, l’unica in grado di dare veramente inizio ad una riflessione seria da parte dei vecchi partiti sulla gestione della “cosa pubblica” nell’interesse dei cittadini e non del partito stesso. L’alternativa sarebbe molto cruenta e, avendola già provata in Italia, sappiamo quanto sia dolorosa e inefficace.

– Perché chi ha governato, in modo fallimentare, questo Paese negli ultimi vent’anni, in un’alternanza quasi invisibile tra destra e sinistra, capisca che non esistono dogmi in politica e chi fa male va a casa. Se siamo in queste condizioni di miseria economica e sociale, dobbiamo ringraziare solo quelle facce, riciclate in mille modi, in mille partiti, in mille sindacati, che con le loro azioni ed omissioni hanno permesso che i lavoratori diventassero carne da macello, i pensionati polli da spennare, i lavoratori autonomi e gli imprenditori vacche da mungere, i giovani una palla al piede, le donne un elemento decorativo.

– Perché il M5S, pur senza troppe disquisizioni sulle quote rosa e senza troppi paroloni sul ricambio generazionale, ma con i fatti, in un solo colpo, ha infilato in Parlamento più donne e giovani di quanto abbiano mai fatto gli altri partiti.

– Perché sul tavolo delle “trattative” con le istituzioni, ora ci sono temi che interessano milioni di persone e né la sinistra né la destra possono ignorarli.

– Perché ha permesso a migliaia di cittadini di avvicinarsi alla politica, e ha concretizzato il concetto di “partecipazione” tanto caro, solo a parole, alla sinistra, ormai ridotta ad un manipolo di pidocchi lucidati* spocchiosi che si limitano a parlarsi addosso.

Naturalmente, siccome il principio “chi fa bene va avanti, chi fa male va a casa” si applica a tutti i politici, diamo tempo e fiducia al M5S e poi si vedrà.

 

P.S. Tanto per dimostrare che nel PD hanno capito tutto, negli ultimi giorni hanno tolto dal sarcofago e rispolverato Massimo D’Alema per fare grandi discorsi alla nazione. Continuate così, fatevi del male.

 

* Traduzione di un’espressione sarda che mi piace molto “priogu allivingiu”, ossia “pidocchio ripulito o lucidato”.

Annunci

13 Risposte to “Perché Grillo.”

  1. Franz 1 marzo 2013 a 12:20 pm #

    Come puoi immaginare, sottoscrivo ogni parola (e ogni pidocchio lucidato 🙂 ) di questo tuo lucido articolo.
    Nei prossimi giorni dovrei finalmente riuscire a scrivere anch’io le mie considerazioni, cosa ostacolata fin qui, fra l’altro, dal modo quasi viscerale in cui sto seguendo l’evolversi della straordinaria situazione politica che si è finalmente generata.

    Un saluto pieno di Stelle.

    • lagiraffa 1 marzo 2013 a 9:26 pm #

      Infatti, caro Franz, so quanto credi nel progetto e ho seguito tutti i tuoi resoconti, le riflessioni sul movimento, e molte cose al riguardo le ho apprese proprio dal tuo blog, perciò aspetto il tuo post! Un saluto stellare 😉

  2. vincenza63 1 marzo 2013 a 2:31 pm #

    Sono assolutamente d’accordo! E adesso… forza, al lavoro!

    • lagiraffa 1 marzo 2013 a 9:27 pm #

      Eh sì, Vincenza cara, ora devono darsi una mossa, e dimostrarci che la nostra fiducia è stata riposta bene!

  3. No Blogger 3 marzo 2013 a 3:28 pm #

    no, non ho votato il M5S.
    Ho annullato le due schede elettorali, perchè nessuno mi ha convinto.
    Men che meno Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio alle sue spalle. Perchè sono loro che tirano le fila e in questi giorni si vede ancora di più. Eppure non hanno responsabilità dirette, non sono in Parlamento ma vogliono decidere e decidono al posto di 160 eletti e più.
    Che razza di democrazia è questa?
    Ci sono più di 160 miracolati che dipendono almeno psicologicamente da Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio.
    Chi decide? Dov’è la “democrazia dal basso”?
    Come si occupano dei reali problemi degli italiani?
    E’ vero, la partitocrazia ci ha portato a una situazione spaventosamente drammatica soprattutto in campo economico, ma non c’è uno straccio di soluzione proposta da chi mette in rete questi deliri:

    Caro Franz, forse anche tu vorresti sapere come si può far scendere il prezzo del carburante della tua “cavallona”.
    Problemi quotidiani come questo ce ne sono tantissimi e c’è bisogno di responsabilità e di pragmaticità, non di passare dalla padella alla brace.
    Ora c’è bisogno di soluzioni realmente praticabili e anche il M5S farà bene a proporle in fretta.

    • No Blogger 3 marzo 2013 a 3:35 pm #

      a Parma, dove M5S amministra.

      Corriere della Sera (3/3/2013)
      IL CASO IL VIA TRA 30 GIORNI. DEMOCRATICI ALL’ATTACCO: RETROMARCIA QUASI MEGLIO DI BERLUSCONI
      Parma, parte l’inceneritore
      La resa del sindaco 5 stelle
      Pizzarotti (con il suo leader) aveva esultato: «Non si farà»: http://www.corriere.it/cronache/13_marzo_03/parma-parte-inceneritore_800558ba-83d2-11e2-9582-bc92fde137a8.shtml

    • lagiraffa 3 marzo 2013 a 8:03 pm #

      Ok, No Blogger, posto che non hai a che fare con l’adepta di alcun guru e che ho spiegato nel post le ragioni del mio voto al Movimento, andiamo con ordine. Dietro qualsiasi partito o movimento c’è qualcuno, ci sono delle persone, ci sono degli interessi più o meno palesi, più o meno oscuri, se pensiamo ai partiti che abbiamo conosciuto fino ad oggi, il loro unico interesse è la sopravvivenza del partito stesso, con tutti i privilegi che ne derivano, e con la salvaguardia degli appartenenti alla dirigenza del partito, con un ritiorno in termini economici e di potere che, fino ad oggi, è vergognoso (pensiamo anche solo ai legami con le varie banche) se messo in rapporto con il nulla fatto per il bene della collettività. Dietro il M5S ci sono un comico ricchissimo e un pubblicitario con idee naif (talvolta inquietanti) sul futuro del mondo, ti dirò di più, ci sono due persone che, probabilmente, con tutta ‘sta pubblicità diventeranno ancora più ricche, ma questo non mi fa perdere di vista il fatto che grazie a queste persone, oggi in Italia si rimette in discussione un sistema (fallimentare) basato sul nepotismo, sul puttanismo (si capisce cosa voglio dire?) politico, sull’egoismo, sull’avidità, sullo sperpero delle risorse pubbliche, su una legge elettorale indecente, sul totale disinteresse delle esigenze della gente. Sulla suddittanza psicologica, non sarei così certa, i grillini seguono un programma, e non dimentichiamo che in tutti gli altri partiti ti puoi candidare solo per discendenza ereditaria, per cooptazione, per moglismo, per amantismo, per simpatia, per fighetteria, e via così, e non sempre questo è sinonimo di preparazione o merito, e sempre, sempre, sempre, gli eletti sono burattini nelle mani
      dei dirigenti, altrimenti sono fuori. Diamo tempo a ‘sti grillini e vediamo cosa fanno, se non fanno, tutti a casa.

      • No Blogger 3 marzo 2013 a 9:54 pm #

        ho detto semplicemente perchè non mi convince il M5S, alla pari delle altre formazioni politiche: il disastro è evidente, soprattutto il campo economico, ma il M5S mi pare molto lontano dal dare risposte positive.
        Spero di essere smentito.

        • lagiraffa 3 marzo 2013 a 10:43 pm #

          diverse cose del movimento possono non essere convincenti, ma non si può ignorare il fatto che qualcosa di straordinario sta succedendo, con milioni di persone che invocano un cambiamento positivo per uscire dalle sabbie mobili, non ti sembra, questo, già un passo avanti?

          • No Blogger 4 marzo 2013 a 5:48 pm #

            mi pare che milioni di persone, con il voto, con il voto nullo, con la scheda bianca abbiano dimostrato che ne hanno abbondantemente le tasche piene di questi squallidi (PdL, PD, ciarpame vario), ma mi pare anche che Beppe Casaleggio (e non è un errore) ne stia approfittando per utilizzare i voti avuti per fare tutt’altro che gli interessi degli italiani.
            Arriveremo al VaffaGrillo Day?

            • lagiraffa 4 marzo 2013 a 11:21 pm #

              Be’, se continuano con le affermazioni perentorie, i musi lunghi e iniziano a “tirarsela” troppo, gli italiani sono pronti al VaffaGlobale, grillini compresi, ormai siamo in rivoluzione e rivoluzione sia 😆 ma stiamo a vedere che fanno.

  4. Regina Madry 3 marzo 2013 a 5:24 pm #

    quoto No Blogger, in pieno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: