Rocco Papaleo, i sardi e il cromosoma pp.

27 Lug

I sardi sono permalosi, è nel nostro dna. Se, apparentemente, il sardo che conoscete sembra non essere permaloso, le spiegazioni possono essere soltanto due: o non è completamente sardo, quindi ha un genitore orginario di terre straniere ( che so, tipo l’Italia, la Francia, il Canada etc.) e nel suo dna sono presenti anche cromosomi non permalosi oppure è un sardo che ha fatto pace con i suddetti cromosomi pp (permalosipermalosi). Comunque, in quantità più o meno abbondanti, siamo tutti permalosi, soprattutto quando è coinvolta la nostra provenienza o la nostra lingua. Il sardo, per esempio, soffre terribilmente quando sente un continentale (abitante del Continente, ossia un italiano) che lo imita, ride ma soffre dentro, soffre profondamente, il cromosoma pp che è in lui si rintana in un angolo e soffre e, prima o poi, tirerà fuori la pattadese che porta sempre con se e la userà per lavare l’onta. In genere è una pattadese solo simbolica, si tratta di stilettate per lo più innocue ma sferzanti. D’altra parte, è pure vero che tra i continentali ci sono tante persone diversamente intelligenti che sarebbero riuscite a far mettere mano alla pattadese pure a Gandhi, come le quelle che chiedono «ma da voi, i telefonini prendono?» (cosa vuoi che prenda un telefonino? Non ha le mani) o quelle che davanti ad una bella ragazza esclamano «ma io pensavo che le sarde fossero basse e con i baffi» (le sarde a quattro zampe, effettivamente, sono basse e hanno i baffi, come Puncia) o ancora «ma voi, come le fate le torte?» (e come vuoi che le facciamo? Con la farina e lo zucchero, preferibilmente utilizzando le mani e non i piedi) e via dicendo. In questi casi, il sardo che ha fatto pace con il cromosoma pp, in genere, dopo un attimo di meraviglia, comprende chi ha davanti, ci ride su e prende un po’ in giro l’interlocutore, il sardo che, invece, ancora combatte con il pp, si mette nell’angolo, imbronciato, e poi tira fuori la pattadese e fa a pezzi lo sfortunato personaggio diversamente intelligente. E, fin qui, tutto nella norma, ad una provocazione segue una reazione. Però, purtroppo, la presenza del cromosoma pp si fa sentire in tutta la sua potenza anche quando non è provocato, cioè anche quando nessuno mette in dubbio la straordinaria intelligenza del popolo sardo, le sue magnifiche sorti e progressive, la sua bellezza, l’orgoglio etc. etc., quando, cioè, va in tilt. Uno degli ultimi casi di cromosoma pp andato in tilt riguarda l’incredibile e assurda polemica alimentata da L’Unione Sarda, il quotidiano più letto dai sardi, sull’ultimo film di Rocco Papaleo, ambientato in parte in Sardegna. Ebbene, l’attore cerca comparse sarde che, però, siano in grado di recitare senza inflessioni dialettali, cioè garantiscano il minimo sindacale che un attore decente dovrebbe offrire al pubblico: fare un corso di dizione per evitare di sentire insopportabili accenti quando non sono richiesti dal copione.  Ma ecco che il cromosoma pp, appena letta la frase su L’Unione “Cercansi attori ma senza accento sardo”, inizia ad imbronciarsi, si mette nell’angolo e, pian pianino, infila la mano in tasca, tocca la pattadese, la tira fuori e..zac, fa pubblicità a Papaleo e alla propria genialità.

5 Risposte to “Rocco Papaleo, i sardi e il cromosoma pp.”

  1. No Blogger 27 luglio 2012 a 7:17 pm #

    è pieno di attori monoespressivi, come Raul Bova o l’indimenticabile John Wayne (con o senza il cappello), però è importante che abbiano una dizione decente: forse Rocco Papaleo (a mio parere, regista e attore sopravvalutato) cerca solo questo.

    • lagiraffa 28 luglio 2012 a 7:08 pm #

      decisamente, sopravvalutato..ma L’Unione gli ha voluto regalare un po’ di pubblicità “a gratis”.

  2. Gibran 28 luglio 2012 a 9:39 pm #

    Perchè Rocco non prova a chiedere a Benigni di parlare un’altro dialetto gli riderebbe in faccia.
    Ciao giraffa buona domenica.

    • lagiraffa 29 luglio 2012 a 11:00 am #

      Ciao Gibran, mah, io non accuso Papaleo, lui fa il suo lavoro ed è normale cercare attori senza accenti, a meno che il copione preveda diversamente, mi fanno un po’ sorridere i miei conterranei troppo suscettibili 😉 buona domenica anche a te!

  3. Ester Naressi 7 ottobre 2013 a 9:09 pm #

    VIVA LA SICILIA!!!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: