Mi si nota di più se sono razzista o maschilista?

23 Lug

Ti si nota di più se sei razzista. Il maschilismo è ben tollerato, nei Paesi ad alta concentrazione di misogini. E così, per esempio, nei Paesi non razzisti e aperti agli uomini di sani principi, se, per esempio, tu sei un maschilista ed un misogino, insomma hai il culto dell’uomo come essere umano di genere superiore rispetto alle donne e odi queste ultime, ti troverai perfettamente a tuo agio. L’Italia, fortunatamente, è uno di quei Paesi e, sotto questo profilo, non si può affermare sia razzista, anzi è aperto e democratico. Infatti,  sempre per fare un esempio, se tu, maschilista e misogino ma bravo lavoratore, dovessi trovare lavoro presso un albergo italiano e, malauguratamente, dovessi ritrovarti a prendere ordini da un altro lavoratore che svolge mansioni superiori alle tue ma appartenente al genere femminile, ebbene, tu, che non sei abituato a certe tradizioni abominevoli come il riconoscere pari dignità e diritti a tutti i lavoratori a qualunque sesso appartengano, sappi che in Italia troverai sempre qualcuno disposto a darti ragione e a rispettare la tua cultura e le tue convinzioni, perchè questo è un Paese civile, libero e democratico, non sia mai che qualcuno accusi gli italiani di razzismo! Vieni in Italia, con il tuo carico di convinzioni sane e giuste, e se le donne ti infastidiscono sul lavoro, non ti preoccupare, alla loro immonda presenza affiancheremo un sano maschio, a seconda delle tue preferenze razziali e/o religiose e, gradualmente, perchè qui le cose si fanno con astuzia, la donna verrà eliminata e spedita in luoghi più consoni alla sua natura, dove non possa nuocere alla tua sensibilità. Vieni in Italia, non siamo razzisti, siamo solo maschilisti.

Annunci

17 Risposte to “Mi si nota di più se sono razzista o maschilista?”

  1. Baol 24 luglio 2012 a 11:10 am #

    Io, per democraticità, li chiamerei tutti “teste di cazzo”

    Questo Paese mi stupisce ogni giorno di più…

  2. lagiraffa 24 luglio 2012 a 10:52 pm #

    diciamo pure un Paese che ha un bizzarro senso del rispetto..

  3. cavaliereerrante 25 luglio 2012 a 12:09 pm #

    Ciao …. @Giraffa cara …. è pronto il tè ???
    E con le tue tazzine speciali ?!? 🙂
    Beh … sediamoci allora all’ ombra di un’ ombrosaquercia, stare con te sul monte …. è anch’ esso un piacere speciale !
    Quanto al topic, ti confesso che sono completamente d’ accordo sull’ attributo “schietto” coniato da @Baol “per democraticità” .
    Cui aggiungerei soltanto la qualifica di CIALTRONI ….
    Per questi signori, qualunque sia la loro provenienza, se nazionale o estera, se rigorosamente essi ancorati al loro credo religioso oppur no, se progressisti o conservatori … per come vedo le cose io in maniera “errante” er absit iniura verbis, essi sono – e continuano ad essere – @ciantroni e @teste di cazzo ! :mrgreen:
    @Cavaliereerrante ….

    • lagiraffa 26 luglio 2012 a 9:18 am #

      Buongiorno Cavaliere, ti offro la colazione all’ombra della grande quercia, stavolta con tazze di foglia di limone 😀 quel signore è ciantrone ma noi che gli permettiamo certe cose siamo ancora più ciantroni..

  4. No Blogger 25 luglio 2012 a 11:16 pm #

    bastava non riassumerlo, è pieno di gente – italiani e stranieri – che vuole lavorare seriamente e serenamente.

    • lagiraffa 26 luglio 2012 a 9:21 am #

      infatti, bastava lasciarlo dov’era, comunque l’hotel precisa di non saperne niente: http://corrieredelveneto.corriere.it/veneto/notizie/cronaca/2012/23-luglio-2012/niente-ordini-una-donna-facchino-musulmano-si-licenzia-2011131341738.shtml .

      • No Blogger 26 luglio 2012 a 10:09 pm #

        sembra quasi una tempesta in un bicchier d’acqua e tanti blateranti sul bordo..mah…

        • lagiraffa 26 luglio 2012 a 11:41 pm #

          nel mio bicchiere in genere non faccio tempeste, troppi schizzi 😉 la notizia mi ha colpito, tutto qui..

          • No Blogger 26 luglio 2012 a 11:56 pm #

            nel tuo bicchiere puoi metterci anche le barchette di carta e un paio di mucche e di tapiri che nuotano 😉
            il commento è chiaramente riferito alle dichiarazioni della direzione dell’Hotel e a quanto riportato dal Corriere del Veneto, sarebbe interessante sapere come sono andate davvero le cose e probabilmente non salterà mai fuori, poi si può dire tutto e il contrario di tutto..

  5. cavaliereerrante 26 luglio 2012 a 9:48 am #

    Ma io @Giry …. non glielo permetto !
    Se ne vengo a conoscenza ‘de visu’, se mi imbatto in simili @cialtroni …. con pazienza, con rispetto e mai ex cathedra …. mi sforzo di spiegare, a lui, a me stesso e a chi assiste, che NON essere razzisti con sentimento sincero di fronte alla diversità della pelle … è bella cosa, sebbene non virtù ma normalità, mentre sentire un Donna come e più di sè stessi, e rispettarla qualunque sia il suo ruolo se ne mostra i meriti o contestarla lealmente se ne mostrasse i demeriti, è anche questa normalità, ma una normalità mooolto più idonea per vivere serenamente insieme rispettandoci gli uni con le altre, senza maschere e miserabili fasullità scaturenti da presunti e/o malintesi punti di forza dovuti al sesso o al credo .
    Il tuo servizio di limoges …. cara Amica è pregevole assai, ma il tuo tè … lo è di più ! 😀
    @Cavaliereerrante ….

    • lagiraffa 26 luglio 2012 a 11:47 pm #

      mah, credo che impiegheresti molto, molto, molto tempo a far ragionare certa gente.. caro Cavaliere, vista l’ora mi sa che ti offro una tazza di camomilla 😀

  6. Regina Madry 26 luglio 2012 a 11:10 am #

    carabella, ho condiviso su Facebook (potevo?), perchè hai colto amaramente il punto. e aggiungo: chi è più misogino? il lavoratore (perchè di un’altra religione, come specificato? ma sarebbe potuta accadere la stessa cosa con un italiano, cattolico o buddista non importa, la misoginia è trasversale!) o il datore di lavoro? solo un commento: poveracci! (e povera Itaglia…)

    • lagiraffa 26 luglio 2012 a 11:53 pm #

      grazie reGinetta 😉 secondo me, il datore di lavoro pur di non perdere il lavoratore e di non passare per razzista, ha chiuso un occhio, tanto si tratta di donne, no? e fondamentalmente, in Italia, non ci siamo ancora ripresi bene dall’imprinting mussoliniano..

  7. Gibran 27 luglio 2012 a 8:17 am #

    Bèh secondo me in questo specifico caso è il facchino che non si è adeguato,
    è nella loro cultura che la donna sia sottomessa.Se fai caso quando li incontri una coppia
    sposata o fratello e sorella,l’uomo è sempre due o tre passi avanti rispetto alle donne.
    Ciao Giraffetta buo fine settimana e salutami il monte e i sui abitanti. 🙂

  8. No Blogger 27 luglio 2012 a 7:25 pm #

    in realtà, si tratta di una notizia priva di verifica, senza l’indicazione del “facchino” interessato, nessun riscontro diretto, con una secca smentita dell’Hotel Danieli..forse una bufala, insomma..e qui si dovrebbe parlare di certo tipo di giornalismo sempre più diffuso.

  9. Gibran 28 luglio 2012 a 10:11 pm #

    @ No Blogger,mi spiace se ai travisato il mio pensiero,non sono razzista,anzi rispetto sia la religione che il colore,sicuramente è una bufala dei giornalisti.Ad ogni modo se fosse vero penso che dovrebbero adeguarsi anche al nostro stile di vita.
    Ciao 🙂
    Ciao.

    • No Blogger 28 luglio 2012 a 11:30 pm #

      ciao Gibran,
      non ho travisato il tuo pensiero, credo che dipenda dall’inserimento dei commenti secondo WordPress: in realtà il mio era un commento riferito al complesso della vicenda, non al tuo 😀
      Ciao!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: