Ma che specie sei?

19 Mag

Non so se sei un mafioso, o un terrorista, o un criminale solitario. Non so se ti ha mandato qualcuno, se l’hai fatto per danaro, per ideologia, per crudeltà, per vendetta. Non so quanti anni hai, se sei di genere maschile o femminile, se hai messo al mondo dei figli, se hai voglia di farlo, se hai dei genitori, se vai a scuola o se lavori. So che non sei umano e, allora, ti chiedo: a quale specie appartieni?

 

Annunci

10 Risposte to “Ma che specie sei?”

  1. Diemme 19 maggio 2012 a 7:36 pm #

    Io sono sconvolta. Una volta la scuola era un luogo sicuro, poi abbiamo avuto il terremoto a San Giuliano di Puglia: terribile, un’intera classe di bambini portata via, la disonestà e l’incompetenze di chi aveva costruitor, ristrutturato, autorizzato.. ma era comunque un’altra cosa. Poi stragi qua e là nel mondo, anche nelle scuole e di ogni ordine e grado: terribili, ma sembravano comunque lontane.

    Ora sono vicine.

    Io non ce la faccio a pensare ai terroristi, riesco solo a pensare a quella creatura, ai suoi genitori… è inutile, c’è chi vive per costruire, e chi per distruggere, e spesso – paradosssalmente – a quelli che costruiscono sembra sempre di non avere fatto mai abbastanza, mentre quelli che distruggono si sentono eroi.

    Oggi mi sento impotente e svuotata.

    • lagiraffa 20 maggio 2012 a 4:21 pm #

      Siamo tutti impotenti davanti a gesti del genere, spiazzanti, imprevedibili, diabolici. Colpire una scuola è l’azione più crudele e vile che un essere umano (?) possa compiere, perchè uccide vite e speranze di un futuro sempre migliore, porta angoscia e paura nelle esistenze dei futuri adulti, e chi l’ha compiuta lo sa bene.
      Il dolore di quei poveri genitori non cambia a seconda dell’autore del gesto, hanno perso una figlia e tutto il resto è, al momento, irrilevante. Ma dobbiamo capire cosa porta le persone a vivere per distruggere, cosa si insinua nelle loro teste, per prevenire altro dolore.

  2. Gibran 20 maggio 2012 a 5:08 pm #

    E’ una razza mostruosa,senza nè cuore nè anima quello che ha commesso è incommentabile,perchè qualsiasi parola svanisce nella disperazione di quei genitori.
    L’unica cosa è che sembra che la telecamera abbia ripreso un personaggio con un telecomando in mano.Speriamo che riescano a prenderlo.
    Ciao Giraffa.

    • lagiraffa 20 maggio 2012 a 9:56 pm #

      Ciao Gibran, spero anch’io che riescano a trovarlo, non può farla franca dopo aver fatto una cosa del genere..

  3. Giuli 21 maggio 2012 a 5:22 pm #

    Non ho parole, ma spero che lo becchino e glile facciano pagare tutte!!! Nessuna pietà.
    Ho cambiato url del mio blog : koalainusa.blogspot.it
    Se vuoi ancora seguirmi…Bacini

    • lagiraffa 21 maggio 2012 a 11:01 pm #

      Ciao Giuli, non ti trovavo più! Certo che ti seguo, ora modifico l’indirizzo 😉

  4. Baol 23 maggio 2012 a 12:38 pm #

    Terribile…

  5. kalojannis 26 maggio 2012 a 1:08 am #

    A quella stessa specie che ha seminato bombe tra Bologna e San Benedetto Val di Sambro.
    Non so che specie sia. So che a volte fa carriera.
    E mi permetto di consigliarti quello che, per una persona intelligente e colta come te, considero un must: “La notte della Repubblica” di Sergio Zavoli.
    A me, sono venuti i brividi.

    • Diemme 26 maggio 2012 a 6:23 pm #

      Kalos, lo comprerò e lo leggerò sicuramente.

    • lagiraffa 26 maggio 2012 a 10:12 pm #

      Pensi che sia la stessa strategia di quegli anni? Io ancora non ho capito chi possa aver architettato una cosa del genere, di sicuro mi ha lasciato perplessa il modo in cui si sono affrettati ad accusare l’uomo misterioso piazzato proprio davanti alla telecamera, proprio con il telecomando in mano. Mi riprometto sempre di leggere il libro di Zavoli, magari questo non è il periodo migliore, sopratutto perchè i brividi li ho incorporati sottopelle..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: