Keep and throw away – collezione 2011/2012.

31 Dic

N. 1 paio di scarpe da ginnastica: tengo.

N. 1 coperta per stare in poltrona: butto via.

1 quintale di tenacia: tengo.

1 quintale di impazienza: butto via.

1 tonnellata di gratitudine per l’amore delle persone care: tengo.

½ litro di insoddisfazione che mi fa diventare miope: butto via.

N. 1 blog: tengo.

10 litri di paura condensata in certe giornate scure: butto via.

10 megawatt di voglia di cantare: tengo.

10 megawatt di voglia di lasciare: butto via.

 

Qualunque cosa decidiate di tenere e buttare via, vi auguro di avere la salute, la lucidità e la forza di fare la scelta migliore, un felice 2012 a tutti!

Annunci

20 Risposte to “Keep and throw away – collezione 2011/2012.”

  1. sabryj 31 dicembre 2011 a 3:17 pm #

    la lucidità e la forza di fare le scelte giuste siano con tutti noi,cara Giraffa:-) felice anno nuovo ,un abbraccio

  2. giraffa 31 dicembre 2011 a 4:47 pm #

    Grazie Sabry! Ti auguro tanta felicità 🙂 Un abbraccio

  3. No Blogger 31 dicembre 2011 a 8:11 pm #

    n. 1 anno splendido, farcito di felicità, denso di soddisfazioni d’ogni genere – tengo 😛
    infiniti auguri…

    • giraffa 1 gennaio 2012 a 11:38 pm #

      spero e tengo, grazie no blogger 🙂

      • No Blogger 2 gennaio 2012 a 9:05 am #

        prego 🙂

  4. Franz 1 gennaio 2012 a 7:03 pm #

    N. 1 amica su un monte lontano centinaia di chilometri dal mio limitare della Pianura Padana, ma vicina, per un po’ delle mie radici, e soprattutto per il suo sguardo intelligente e comprensivo sul mondo. Tengo, e ben stretto.

    Auguri, cara Giraffa!

  5. giraffa 1 gennaio 2012 a 11:45 pm #

    grazie, caro Franz! Tengo n. 1 amico con sangue un po’ isolano, attento e sensibile, e poi la Pianura Padana non è poi così lontana 🙂

  6. la coniglia 3 gennaio 2012 a 11:40 am #

    Tantissimi auguri anche a te 🙂

  7. Baol 9 gennaio 2012 a 6:21 pm #

    Il mantenere il blog fa piacere ma anche la coperta da divano, dai, è un classico, tienila 🙂

    • lagiraffa 10 gennaio 2012 a 10:43 pm #

      ma poi il divano è troppo comodo, chi si schioda più? 😀

  8. cavaliereerrante 15 gennaio 2012 a 11:13 pm #

    Cara … ehm … @Giraffa, leggo la tua lista ‘collections’ e rifletto :
    1) Un par de scarpe nove : tenghi .
    2) Un core cantatore : tenghi .
    3) La voja de cantà : tenghi . 🙂
    4) Ansia e malinconia : butti via .
    Beh … che aspetti ?!?
    Comprati una chitarra e segui il consiglio di @Petrolini …. altrochè startene inchiodata ( con o senza coperta ) sul divano !!! :mrgreen:
    @Bruno

  9. giraffa 17 gennaio 2012 a 12:03 pm #

    Caro cavalie’ so’ dotata pure de chitara, che tte credi? 😆 a questo punto, anzichè stare inchiodata sul divano vado a cantare alla stazione, magari divento pure ricca 😀

  10. cavaliereerrante 18 gennaio 2012 a 12:46 am #

    Beh … ricca, non saprei !
    Di quattrini intendo …
    Mentre di gioia di vivere e possibilità di vedere un mondo da un’ altra visuale, di quella ricchezza interiore che non paga le bollette in scadenza ma paga le bollette del cuore, di questa ricchezza sì, co’ ‘n par de scarpe nove, ‘na chitara e ‘n core cantatore, pur co’ ‘na voce poca ma intonata, insomma che basta a fà ‘na serenata …. la poi raggiunge @Girà !
    @Bruno
    Postescritto : si vai a la stazione a strimpellà a la luna e a l’ anime perse, famme ‘n fischjo … sai che duetto ??? :mrgreen:

  11. giraffa 21 gennaio 2012 a 6:26 pm #

    ma messer Bruno, si nun trovo manco il tu’ blogghe (clicco sul nome ma non c’è il collegamento!) come te posso fa’ ‘n fischio per il meraviglioso duetto??!!!

  12. cavaliereerrante 21 gennaio 2012 a 7:08 pm #

    Ehm … non ho un blog ( nè prevedo di aprirlo, anche se mantengo l’ account … ), ma ho orecchie e cuore per sentirti, @Gì … anche quando te ne stai sul monte !
    E quel “duetto” di voci e/o pensieri, qui da te dove la tua icona mi fà trovare “quell’ Africa in giardino, fra gli oleandri e i baobab …” che sempre nostalgicamente cerco, o altrove fra i nostri amici ed amiche bloggers ( ma importa, poi ? ), lo possiamo sempre fare …. semplicemente volendolo !!! 🙂
    Magari anche “dans la pènombre que nous avons traversèe” …. chissà ?
    Buona sera, @Giraffa …. sono più belle, da lassù sul monte, le stelle ? 🙂
    @Bruno

  13. giraffa 22 gennaio 2012 a 10:02 pm #

    In effetti, avrei dovuto intuirlo dal tuo nome, mica uno diventa cavaliere errante per caso, giusto? E allora, vorrà dire che il duetto si farà, da qualche parte, magari con le voci più vere, quelle uscite dalla penombra e dal suo mistero 🙂 Le stelle viste da quassù sono delle grandi vanitose, tutte sfavillanti nei loro abiti da sera 😉

  14. cavaliereerrante 22 gennaio 2012 a 11:12 pm #

    Ma … ma … cara @Gir … il tuo “nun trovo” e “come te posso fà”, mi spingono a immaginare in un certo qual modo Roma, la mia città … per caso, non è anch la tua ?!? 🙂
    Non voglio certo turbare la tua privacy …. e in fondo conoscere da dove provieni, che importa ???
    Però, mi sembra che, a fine domenica ed incombendo il consueto “mesto” lunedì su noi tutti, non possa dispiacerti questo pezzo nostalgico, bellissimo !
    Lo sò, traspira Roma da tutte le parti, e la stessa Artista è “una parte significativa di questa mia città”, ma la @Magnani fu talmente grande che, con la sua arte e la sua umanità di donna, esonda dalla pure importante sua città nativa, ed investe sentimenti tali che, da qualunque luogo caro si provenga, toccano comunque, ineludibilmente, il cuore !
    Un abbraccio …. ehm …. sul monte !!! 😀
    Orevuàr …
    @Bruno

    • lagiraffa 25 gennaio 2012 a 9:30 am #

      Roma è anche la mia città non perchè ci vivo ma “soltanto” perchè è bellissima e la adoro! E poi, so’ poliglotta io 😆 Però, vivo nell’isola che sta in mezzo a mediterraneo, quella a forma di sandalo 😉 gradisco molto il pezzo nostalgico, anche nel vivace mercoledì, Anna Magnani è patrimonio nazionale! Orevuar Bruno..

  15. copyman 24 gennaio 2012 a 1:43 am #

    Con incommendevole ritardo giungo ai piedi del mons giraffensis per omaggiare la padrona di casa: che quest’anno, ormai work in progress, sia per te un capolavoro.

    • lagiraffa 25 gennaio 2012 a 9:34 am #

      Copy, sei sempre il benvenuto! Grazie per il tuo augurio, speriamo bene, proverò a fare l’artista della vita 😉 ti auguro un anno felice, con pennellate di gioia e speranza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: