D’Alema, the genius.

10 Set

Massimo D’alema, il nostro Bovary, per rispondere alle provocazioni di Matteo Renzi, il sindaco di Firenze, PD, che vuole rottamare i vecchi dirigenti del partito (Max compreso, anzi Max sopratutto) ha definito il virgulto Primo Cittadino “loffio“. Ora, non è che a me Renzi mi sconfinferi particolarmente, però D’Alema è anche il politico lungimirante, lo scrutatore di anime, il genio, che nel ’93 ha fatto questa dichiarazione: «È impensabile che il dottor Berlusconi entri in politica. Deve occuparsi dei suoi debiti. Stia fermo, tanto prenderebbe pochi voti. Non siamo mica in Brasile»* perciò è probabile che ‘sto Renzi faccia parecchia strada.

*questa e altre chicche le trovate nel libro Imbecilli di Alfredo Accatini, ed. Salani, € 10,00.

Annunci

2 Risposte to “D’Alema, the genius.”

  1. Baol 10 settembre 2011 a 5:18 pm #

    Sono dell’idea che D’alema sia una delle cose peggiori che sia capitata alla nostra sinistra…se non la peggiore

  2. lagiraffa 11 settembre 2011 a 12:13 pm #

    e la cosa migliore che sia capitata a Berlusconi 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: