Farlo impazzire in macchina (Slow version).

21 Mar

Com’è noto, qui sul monte un gruppo di esperti si dedica esclusivamente all’attività scientifica, con un nobile scopo: aiutare maschi e femmine di ogni razza e specie a comprendersi, per migliorare i loro rapporti, vivere serenamente e non dire “ma come, io credevo che lui..”, “ma come, lei sembrava..”, niente più scuse, qui si fa ricerca scientifica per il bene dell’umanità, e si rispetta il vecchio proverbio del monte “certe cose vanno sapute”.

In particolare, da qualche anno, gli esperti del monte portano avanti un importante studio dal titolo “Metodi infallibili per farlo impazzire” e, sulla base delle testimonianze di milioni di donne e di uomini, affrontano la questione fondamentale per le donne: “come lo faccio impazzire?”. Una parte dello studio è stata pubblicata un po’ di tempo fa, ora è arrivato il momento di divulgare i risultati dell’indagine “farlo impazzire in macchina, slow version”. Gli studiosi del monte tengono a precisare che, da qualche mese preparano la versione femminile dello studio, perché ci tengono a dare un’immagine imparziale ed obiettiva del gruppo di ricerca e perché cercano testimonianze dirette (se volete partecipare alla fondamentale ricerca, raccontatemi la vostra gli esperienza qui giraffa.c@libero.it, la passerò agli scienziati 🙂

Metodo 1, denominato Farlo impazzire allo Stop.

In base alle leggi dell’esperienza, è assodato che l’uomo inizia a perdere la ragione alla sola visione del semaforo, tutte quelle luci lo confondono, verde, rosso, arancione, posso andare, devo rallentare, devo fermarmi, sono troppi pensieri, tutti insieme, tutti importanti. Perciò, un metodo sicuro per farlo impazzire è quello di rallentare al semaforo, di qualunque colore siano quelle luci tonde, oppure fermarsi con l’arancione, o non scattare appena la luce tonda diventa verde. Quest’ultimo metodo, poi, è quasi un’offesa personale, a volte un oltraggio, un’onta che va lavata col sangue o, almeno, con qualche frattura o, come minimo, con qualche livido. Impazzirà (com’è successo al medico di Sassari).

Metodo 2, denominato Nell’incrocio a raso ti raso la testa.

Se la visuale è buona, per lui non è necessario rallentare, tantomeno fermarsi, lui passa a 100km orari, se vi fermerete impazzirà, ma lo farà nel solito modo plateale: vi abbaglierà, strombazzerà a più non posso e vi sorpasserà a destra o a sinistra, limitando la vostra visuale ma, tanto, per lui siete delle lobotomizzate e non è necessario che vediate altro. Impazzirà.

Metodo 3, denominato Ma quale strada principale? Esiste solo la mia strada.

La situazione studiata dagli scienziati è la seguente: arrivate da una strada secondaria e non avete la precedenza, e se vi immettete sulla strada principale troverete delle belle macchinine che vanno sparate come missili, perché loro hanno la precedenza, perciò rallentate per vedere se arriva un missile. Lui sopraggiunge e non riesce a comprendere perché quella macchina (la vostra) sia ferma in attesa di immettersi, perché per lui l’unica strada principale è quella dove passa la sua macchina, perciò si avvicina a circa dieci centimetri di distanza dalla vostro cofano ma, non potendo superare, stavolta si limita a tenere le luci abbaglianti su di voi, forse per farvi sentire una vera diva. In fondo, è solo un romanticone. In ogni caso, impazzirà.

E se, per caso, pensate che lo studio sia bizzarro, non preoccupatevi, è solo un effetto della primavera.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: