Una dei nove milioni.

16 Nov

Ebbene, anch’io ho contribuito a sbancare l’auditel per “Vieni via con me”, il programma di Fazio e Saviano, programma che, tra l’altro, non avevo ancora visto. Mi è piaciuto, nonostante la faccetta da bimbo finto modesto di Fabio Fazio, e ammetto che il racconto di Saviano sulle origini di mafia, camorra e ‘ndrangheta, e di tutti gli strascichi odierni, compresa la creazione di un nuovo centro di potere a Milano, mi ha trattenuta davanti alla tv. Poi, poi, è arrivato quello che è stato preannunciato come il momento cruciale del programma: Bersani e Fini davanti al microfono a leggere i valori della destra e della sinistra, ha iniziato Bersani, leader del PD il quale, con il suo solito fare da uomo che non dice nulla anche se dice qualcosa, ha letto una frase che, più o meno, diceva così “dove ci sono i deboli, lì è la sinistra”, in un secondo, o forse due, ho provato a ricordare le epiche battaglie del PD a favore dei deboli, o almeno le prese di posizione sui diritti civili e a quel punto, all’improvviso, senza che me ne rendessi conto, è arrivato il momento clou della trasmissione: lo schermo è diventato tutto nero, la mia zampa, inconsapevolmente, aveva premuto off sul telecomando, ormai sa già cosa fare in casi del genere.

http://www.corriere.it/politica/10_novembre_16/fazio-saviano-bersani-fini-record-ascolti_643d6d60-f163-11df-8c4b-00144f02aabc.shtml

Annunci

11 Risposte to “Una dei nove milioni.”

  1. Manfredi 17 novembre 2010 a 6:00 pm #

    Più che altro sembrava che stessero leggendo lo stesso elenco!

  2. kalojannis 18 novembre 2010 a 1:35 am #

    Anche a me gli elenchi sono sembrati uguali… e non so chi mi ha annoiato di più.
    P.S.: noto che sempre più spesso linki al corriere…starai diventando berlusconiana anche tu? 😆

  3. lagiraffa 18 novembre 2010 a 11:10 pm #

    Manfredi, quindi non mi sono persa molto..comunque ho letto che Bersani è riuscito addirittura ad avere uno share più basso di Fini, neanche l’orso Yoghi avrebbe saputo fare di meglio! Kalojannis, il Corriere a volte riesce anche a dare la notizia così com’è, e poi, quando mai io sono stata contraria al nostro magnifico, magnificente, supremo, splendido premier/papi?? 😛

  4. Regina Madry 19 novembre 2010 a 12:01 pm #

    non lo reggo quel mellifluo di fazio, non ce la posso fare; a parte questo, gli elenchi erano quasi identici, le banalità agghiaccianti, veniva voglia di rispondere : “e invece io sono per gli evasori fiscali, per i ricconi, per la scuola privata, le cliniche di lusso, le collusioni con la mafia, l’ingerenza della chiesa” e via così. Poveri noi, se lo sdegno civile funziona e viene considerato degno di nota solo in Tv :((

  5. kalojannis 19 novembre 2010 a 11:22 pm #

    Per Papi sei un po’ in là con gli anni visto che sei maggiorenne 😉
    Per il corriere, purtroppo mi sembra sempre più schierato (l’ingresso della famiglia Berlusconi nel CdA non è casuale…)

  6. No Blogger 20 novembre 2010 a 5:39 pm #

    gli elenchi, che noia mortale. E lunedi pure Maroni fa il suo elenco. Il Corriere della Sera ha ancora barlumi di decenza, ma pochini.

  7. lagiraffa 21 novembre 2010 a 8:58 pm #

    Il Corriere evita certe notizie o le addolcisce ma ha ancora dei giornalisti seri che fanno bene il mestiere. Il problema è che per un’informazione seria bisognerebbe prendere tutti i giornali!! Altrimenti come si fa?

  8. kalojannis 22 novembre 2010 a 10:52 pm #

    Non sono d’accordo… per me il Corriere sta diventando come il TG1.
    Ti faccio un esempio.
    I commissari UE – al contrario di quello che dice il sovrano – verificano che a Napoli non è cambiato nulla in due anni. E che sta annegamdo nella spazzatura…
    In questo momento la notizia è data nei quotidiani on-line in quest’ordine:

    LaStampa – 1a notizia
    IlMessaggero – 1a notizia
    Repubblica – 2a notizia
    Avvenire – 4a notizia
    Corrieredellasera – 9a (nona) notizia!!!!!!!!!

  9. No Blogger 22 novembre 2010 a 11:46 pm #

    i Berlusconi sono nel Corriere e il Corriere ne tiene conto: l’asino si lega dove vuole il padrone (o uno dei padroni). La libertà di stampa è di chi possiede un organo di stampa 😉

  10. Franz 24 novembre 2010 a 3:34 pm #

    Anch’io, come Regina Madry, sopporto a stento Fabio Fazio, soprattutto dopo quella incredibile sviolinata a Schifani che fece in risposta alle accuse di Travaglio.
    La mia tv come sempre resta spenta, anche perchè la sera lavoro col mio taxi, ma comunque ho piacere degli ascolti record di quella trasmissione (e lunedì scorso erano dieci milioni!).
    Rividi su youtube l’intervento di Saviano di cui parli, mentre dell’ultima puntata ho rivisto quello di Corrado Guzzanti, e mi sono fatto diverse sonore risate.
    Quanto alla tua zampa sul telecomando, l’istinto dell’antica legge della savana va senz’altro rispettato, prso ad esempio ed ammirato!

  11. lagiraffa 25 novembre 2010 a 6:48 pm #

    * Kalojannis, sto verificando che hai ragione 😦

    * Franz, spegnere la tv è cosa buona e giusta e in effetti la guardo poco anch’io ma, a volte, ci sono programmi che ti fanno cambiare idea, meno male! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: