Della felicità e del cemento.

30 Ago

Molti anni fa, nel 1974 il professor Richard Easterlin, che insegnava, e insegna, economia all’Università della California meridionale, esponeva al mondo il suo “paradosso della felicità” o paradosso di Easterlin: in definitiva, nel corso della vita la felicità delle persone non dipende dalle variazioni di reddito, perciò quando aumenta il benessere economico, la felicità dell’uomo aumenta fino ad un certo punto, poi inizia a diminuire. In pratica, si è felici quando si soddisfano i propri bisogni (quelli propri, non indotti dalla società) e tutto ciò che viene dopo, è solo un inutile affanno, un susseguirsi di fatiche che non portano felicità ma perenne e implacabile insoddisfazione, infelicità, per dirla alla Vecchioni “ed il più grande conquistò nazione dopo nazione, e quando fu di fronte al mare si sentì un coglione perché più in là non si poteva conquistare niente” (la canzone parlava d’altro ma va bene anche in questo caso). Ecco, a me piacerebbe che qualcuno di quegli infelici personaggi che, per esempio, amano radere al suolo pezzi di terra pieni di vita, colline, promontori per buttarci sopra milioni di metri cubi di cemento, ogni tanto, si sentisse un coglione, perché più in là non c’è proprio nulla da conquistare, non ci sono milioni a sufficienza per colmare la sua insoddisfazione, non ci saranno mai, ci sarà solo meno spazio per la felicità degli altri, di quelli che godono nel vedere una bella collina, un bel pezzo di terra pieno di alberi e animali, un bel promontorio che si butta sulle acque limpide, senza cemento. Tutto questo per raccontarvi che dalle mie parti, personaggi evidentemente paradossali, stanno distruggendo e privatizzando uno dei posti più belli di questo mondo, grazie ai beceri, ottusi, arroganti amministratori locali. Un’ingiustizia per tutte le persone che vorrebbero continuare a provare felicità, semplicemente, ammirando la bellezza di questo mondo.  Combattiamo per fermarli.

Se volete saperne di più:

http://www-bcf.usc.edu/~easterl/;

http://it.wikipedia.org/wiki/Paradosso_di_Easterlin;

http://gruppodinterventogiuridico.blog.tiscali.it/2010/08/24/cronaca-di-una-speculazione-edilizia-annunciata-malfatano-e-tuerredda/.

Annunci

3 Risposte to “Della felicità e del cemento.”

  1. cerchio 2 settembre 2010 a 4:58 pm #

    Sono felice quando vedo un prato verde,un bosco,un lago,il mare o anche semplicemente un fiore che sboccia in un vaso sul mio terrazzo…..come si puo’distruggere tutto questo ???????
    La speculazione edilizia, la cementificazione selvaggia……combattiamola….
    Marialuisa della redazione di http://www.ourplanet.it sito ecologico
    http.ourplanetlife.wordpress.com
    visitateci

  2. Franz 4 settembre 2010 a 1:45 pm #

    Felicità e salute, dell’individuo e dell’ambiente, sono legate profondamente; è giusto dedicare energie, attenzione, e purtroppo spesso anche battaglie, alla relativa cura e salvaguardia.
    Ho rimandato più volte la lettura attenta di questo tuo post; la profonda amarezza che lo pervade provoca un immediato istinto a fuggire e a cercare notizie meno cupe; penso che sia per questo che a lungo è rimasto senza commenti, nonostante la sua importanza.
    Ma non mi sono dimenticato di farlo, voglio dire di leggerlo con attenzione, e poi di “combattere” telematicamente come suggerisce il sito che hai linkato.

    Vorrei segnalarti un paio di piccole difficoltà incontrate: il link, appunto, alla parola “Combattiamo” porta al sito del Gruppo di intervento giuridico, ma compare un avviso che ‘l’articolo in questione non è stato trovato’, per cui ho dovuto cliccare sull’intestazione del sito per andare alla sua home page, dove ho poi trovato le informazioni in questione.
    Fra gli indirizzi a cui si invita a spedire il breve testo, uno mi ha dato un codice di ritorno di errore in spedizione, si tratta di quello del ministro Bondi.

    Un saluto, sperando che tanti ottusi personaggi si sveglino molto presto con la netta (e del tutto corretta) sensazione di essere dei coglioni.

  3. lagiraffa 4 settembre 2010 a 3:34 pm #

    * Cerchio, naturalmente vi visiterò 🙂

    * Franz, grazie per aver aderito alla battaglia e grazie per la segnalazione sull’indirizzo del simpatico Bondi (!) e sul link, come sai non sono un genio del collegamenti ipertestuali 😉 In realtà, non volevo essere cupa ma, evidentemente, m’è scappata la tastiera..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: