In fondo a destra.

14 Mag

In fondo a destra, in un locale pubblico, si sa, c’è sempre il bagno, luogo utile e ameno dove, talvolta, l’attività principale può essere accompagnata da letture altrettanto amene. In quelli che sto frequentando ultimamente, le letture in questione non mancano e, dal momento che sono una giraffa generosa, non posso fare a meno di rendervi partecipi di quello che leggono i miei occhi, quasi ogni mattina. Solo una piccola precisazione, i luoghi pubblici in questione sono frequentati da varia umanità, comprese persone “diversamente educate”, compresa gente per bene e compresa gente molto per male, non si tratta di supermercati ma di luoghi dove, in ogni caso, si baratta su tutto.

L'arnese che avete in mano

L'arnese che avete in mano

Berluskakka (vintage)

Berluskakka (vintage)

Sede Forza Italia (vintage)

Sede Forza Italia (vintage)

8 Risposte to “In fondo a destra.”

  1. Antonio76 14 maggio 2010 a 6:10 pm #

    E io chissà che mi credevo 🙂 bhè dai.. un bagno per educande..
    Ricordo lunghi sberleffi in stile aulico antiberlusconiano in quel dei bagni della facoltà di psicologia di Padova.. eh si..

  2. giraffa 14 maggio 2010 a 9:47 pm #

    In realtà, la mia preferita è la prima, i “consigli per l’uso” 😉 berluskakka sembra uscito dalle barzellette che si leggevano sul gelato cucciolone..

  3. speradisole 16 maggio 2010 a 2:55 pm #

    Molto simpatico e molto vero. Purtroppo quando si deve utilizzare il bagno pubblico, le sorprese sono tante. Comunque il cartello messo lì, probabilmente da chi quotidianamente deve pulire. ha CENTRATO l’obiettivo.
    E’ un problema “quasi” ubiquitario, ma le autostrade, certi bar, luoghi turistici sono in cima alle classifiche.
    Quando vedo per esempio, quelle signore, che stanno tutto il giorno a “guardia” dei gabinetti pubblici, mi viene tanta malinconia.
    Ciao, giraffa, sempre attenta alle realtà che vediamo e magari non ce ne accorgiamo neppure. Un saluto di cuore.

  4. lagiraffa 16 maggio 2010 a 3:03 pm #

    Cara Speradisole, il problema è ubiquitario e non riguarda solo gli uomini e, in effetti, se i luoghi pubblici sono i più colpiti, purtroppo capita che l’obiettivo non venga centrato nemmeno nelle case.. urge corso di formazione! 😀

  5. Regina Madry 17 maggio 2010 a 9:30 am #

    meraviglioso, l’arnese…cioè l’estintore…insomma ci siamo capiti 😀

  6. giraffa 18 maggio 2010 a 9:26 pm #

    e io non potevo non immortalarlo 😀

  7. No Blogger 19 maggio 2010 a 8:38 am #

    sempre meglio di questi ragazzotti “diversamente educati” 😉

    Fanno pipì sul distributore del latte
    Denunciati due giovani, dovranno anche pagare una multa salata

    ALGHERO. Pur non avendo problemi di prostata data la loro giovane età, 19 e 25 anni, e quindi non essendo soggetti a una crisi diuretica impellente da rischiare di farsela addosso, a due giovani algheresi costerà caro aver fatto pipì all’aperto, a ridosso del distributore di latte del mercato civico. Mentre si liberavano dei liquidi in esubero è infatti passata una Volante del Commissariato con due agenti a bordo impegnati nel normale servizio di controllo della città. I due addossati al distributore di latte che urinavano, infelice anche la scelta della location, non debbono essere stati, anche per i poliziotti, uno spettacolo bello da vedere. La zona è trafficata, pieno centro commerciale, abitano famiglie, molti i negozi, anziani e bambini per strada, questi due non hanno avuto neanche il buon senso di nascondersi. Meglio avrebbero fatto a chiedere ospitalità nei bagni dei tanti esercizi pubblici della zona, peraltro sempre disponibili con clienti e non. Gli agenti li hanno quindi identificati e contestualmente denunciati a piede libero per atti contrari alla pubblica decenza. Ma non solo, poichè una ordinanza del sindaco Marco Tedde fissa anche sanzioni pecuniarie quando si commettono atti contrari alle più elementari norme del vivere civile, ai due amici con problemi di incontinenza arriverà una multa di 250 euro a testa. Dal commissariato non viene segnalato se i due avessero alzato il gomito. Comunque, vista la sanzione, avrebbero risparmiato se per la loro esigenza avessero preso una camera d’albergo.
    (La nuova Sardegna, 19 maggio 2010)

  8. giraffa 19 maggio 2010 a 9:06 pm #

    che deficienti..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: