Arresoconto post-natalizio.

28 Dic

Anche questo Natale è passato senza che io, tra le varie leccornie cucinate dalle femmine del branco, riuscissi ad assaggiare almeno un pezzetto della mia coda, in modo da fare i paragoni con il resto dell’anno e scoprire se, effettivamente, a Natale anch’io sono più buona come tutti oppure ho sempre lo stesso sapore. Credo di essere stata più buona, d’altra parte, chi non lo sarebbe, dopo aver ingurgitato i fagottini di carciofi e un buon vino rosso in buona compagnia? Eppure, ci sono persone che non vengono addolcite nemmeno da questo, probabilmente perché non amano i fagottini e non ritengono molto piacevole la compagnia dei padroni di casa e, a quel punto, il gentile consiglio sarebbe quello di rimanere a casa ma, nell’immensa bontà natalizia, nessun padrone di casa osa dare quel tipo di utile consiglio, si tiene gli ospiti abbruttiti da una vita che, evidentemente, non li appaga e si volta dall’altra parte per parlare con il ragazzino che spiega cosa diavolo è l’I-Pod, con i fidanzati innamorati, con la giovane donna in carriera, con il giovanotto ambientalista, con la vivace signora che ha scoperto le meraviglie di internet a cinquant’anni e, tra le altre cose, impara a giocare a sette e mezzo. Nella mia immensa generosità, nella bisca familiare clandestina, ho pure perso il mio gruzzolo di 1 euro, se questa non è bontà natalizia, perdincibacco. Insomma, anche una vecchia giraffa può diventare più buona e, addirittura, molto buona davanti a due sorrisi sdentati che si fanno strada tra due guance paffute venute al mondo da pochi mesi ma, tant’è, Natale è passato e tutta quella bontà è ormai un ricordo lontano 😛

9 Risposte to “Arresoconto post-natalizio.”

  1. Regina Madry a 5:21 pm #

    coraggio, che è quasi finita….rimangono, ovviamente, le guance paffute che almeno fungono da cura antistress pre e post natalizia! 🙂

  2. No Blogger a 10:09 pm #

    ..e piàntala, che vecchia Giraffa fa buon brodo 😛 😛 😛

  3. lagiraffa a 11:07 pm #

    * Madry, anfatti, anche meglio delle sfere cinesi 😀

    * No Blogger, e dove la pianto? Nel brodo?!! 😆

  4. No Blogger a 11:40 pm #

    …mbè, una giraffa nel brodo..forse con le pinne e la maschera 😛

  5. Manfredi a 12:15 pm #

    anche natale vecchio fa buon brodo 🙂

  6. Baol a 10:39 am #

    arò, leggerti più buona mi fa specie 😛

    Bisogna assaggiare hahahahaha

    Buon Anno Nuovo!!!

  7. silvanascricci a 4:03 pm #

    Il natale è uno stress, riconosciamolo, facciamocene una ragione e vivremo tutti più sereni.
    Ciao

  8. Lorena a 11:44 pm #

    Carissima GIRAFFA con questa filastrocca di fine 2009 ti faccio i miei personali auguri di un splendido 2010: ho depositato sul tuo contocorrente bancario n.2010 presso la Banca della Felicità 365 giorni di salute, serenità, pace, amore, amicizia, gioia e fortuna. Buon anno con tutto il mio affetto. Lorena.

  9. lagiraffa a 1:03 pm #

    * Manfredi, beh, in effetti, tutto fa brodo 😉 Buon anno!

    * Baol, ti voglio tranquillizzare: il peggio è passato, la bontà è solo un ricordo 😛 Buon anno anche a te!

    * Silvana, il Natale in sè magari non è stressante, ma tutte le feste possono esserlo, credo dipenda molto dalle situazioni in cui uno si trova.. buon anno!

    * Lorena, grazie per la filastrocca, è un augurio bellissimo e non sai quanto mi faccia piacere riceverlo! Buon anno anche a te, pieno di felicità 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: