Si può fare? Si può fare.

5 Nov

Il sovrano ordina, i vassalli eseguono, era così nel medioevo e poco è cambiato, a parte la consapevolezza da parte dei singoli cittadini di avere il diritto e gli strumenti per cambiare quel tipo di gestione del potere. Il governo ha ideato il famoso “piano casa” per rilanciare l’economia italiana e la Sardegna ha immediatamente realizzato quell’idea, con un “piano casa” che somiglia più ad un “piano cemento” fatto apposta per rimpinguare le casse dei grossi speculatori, lasciando immutata la condizione di chi le casse le aveva già vuote e, pure raschiando il fondo, non troverà un centesimo per dare il proprio contributo mattonaro alla nazione. Dunque, questo piano permetterà, ai cittadini che se lo possono permettere, di slargarsi in lungo ed in largo, in contrasto con gran parte delle norme previste dalle leggi comunitarie, nazionali e regionali, con un grande salto supera Unione Europea, Italia, Sardegna, voilà, rien ne va plus? No, qualcosa si può ancora fare, nell’eterna battaglia tra Davide e Golia, noi cittadini-Davide possiamo agire direttamente, con la fionda che abbiamo a disposizione: carta, penna, francobolli, buona volontà. Solo due associazioni, il Gruppo d’Intervento Giuridico e gli Amici della Terra, hanno presentato ricorso al Governo nazionale affinché impugni la legge davanti alla Corte costituzionale per illegittimità (per lesione degli obblighi internazionali della Repubblica e delle competenze statali, e per eccesso delle competenze della Regione autonoma della Sardegna attribuite con lo statuto speciale) ed alla Commissione europea, e forniscono a tutti i cittadini che abbiano voglia di far sentire la propria voce, dalla Sardegna alla Siberia, il fac-simile dei ricorsi da inviare, se qualcuno avesse voglia di farsi sentire, può scrivere a questo indirizzo: grigsardegna@tiscali.it, oppure può contattarmi tramite il blog. Insomma, qualcosa si può fare, si può fare 🙂

8 Risposte a “Si può fare? Si può fare.”

  1. violaceo 5 novembre 2009 a 11:01 am #

    Trovo aberrante che adesso non si costruisca per creare abitazioni, ma per creare ricchezza. Credo che sia un approccio all’economia molto arretrato (e non esclusivo dello schieramento ora in voga).

    Abbiamo e avremo ancora di più tante vuoti salvadanai di cemento in un paese ex meraviglioso.
    ecco, scendo dal mio piccolo pulpito virtuale..

  2. giraffa 5 novembre 2009 a 3:12 PM #

    Anche perchè ci sono così tante case vuote, da ospitare interi paesi..non c’è molta differenza tra i vari politici, infatti questa legge è passata anche grazie all’opposizione, assente.

  3. No Blogger 5 novembre 2009 a 3:51 PM #

    ..vabbè, ora che sei sceso dal tuo pulpito virtuale, puoi comprare un paio di francobolli da 0,60 euro, compilare il tuo ricorso e spedirlo pure. La lamentazione fine a se stessa non produce nulla di buono, personalmente la trovo anche un po’ “aberrante” 😉 Io l’ho chiesto alla Giraffa, ho già comprato i francobolli e oggi spedisco i due ricorsi 😛

  4. violaceo 5 novembre 2009 a 4:03 PM #

    no, cedo a te i miei francobolli, io ricorro per altre vie.

  5. No Blogger 5 novembre 2009 a 5:20 PM #

    grazie, i francobolli li ho già comprati ed appiccicati sulle buste. Ora vado a spedirle. Buon viaggio sulle altre tue vie 🙂

  6. lagiraffa 5 novembre 2009 a 11:09 PM #

    L’importante è arrivare, eh.. ma per andare dove dobbiamo andare per dove dobbiamo andare? 😛

  7. ippaso 5 novembre 2009 a 11:13 PM #

    Che Branduardi abbia copiato da Veltroni?

    Comunque già mi conosci un po’ e sai che mi trovi perfettamente d’accordo con ogni singola parola di questo post!

Trackbacks/Pingbacks

  1. Toc, toc, toc… « Franz-blog .2 - 12 novembre 2009

    […] sue spettacolari coste. Dunque, dal suo monte, la cara Giraffa lancia un grido d’allarme: in questo post ci fa sapere che il già disgustoso Disegno di Legge nazionale di rilancio del settore edilizio […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: