A Mara quel che è di Mara.

18 Lug

In questi giorni circola in tv la campagna del governo sullo stalking, ossia l’insieme di atteggiamenti persecutori posti in essere da un individuo per rendere impossibile l’esistenza di un altro essere umano, da qualche mese punito dalla legge come reato (art. 612 bis del codice penale, introdotto con il decreto legge del 23 febbraio 2009 convertito con la legge n. 38 del 2009, perdonate la sfilza di numeri ma il mio cervello funziona così). Prima della legge specifica, gli atti persecutori venivano fatti rientrare nel reato di violenza privata, il quale però aveva come finalità primaria quella di prevenire il turbamento della tranquillità pubblica e solo indirettamente l’interesse privato della vittima, ed era sicuramente inadeguato a tutelare la vittima della persecuzione. Insieme al nuovo reato, invece, sono stati introdotti meccanismi di tutela concreta a favore delle vittime (oltre a pene severe) anche attraverso un protocollo d’intesa tra il Ministro per le Pari Opportunità e il Ministro della Difesa, con il coinvolgimento dell’Arma dei Carabinieri, ora infatti esiste una Sezione Atti persecutori, con competenze scientifiche, all’interno della quale operano militari specializzati sia nell’investigazione e nello studio delle connessioni tra diversi reati (per esempio i collegamenti con omicidio e violenza sessuale) sia nella valutazione del profilo psicologico dello stalker. Sul sito dei Carabinieri si trovano tutte le informazioni sullo stalking, compresi alcuni importanti consigli per le persone che vivono una situazione di difficoltà legata a comportamenti persecutori da parte di ex compagni/e, conoscenti, parenti, sconosciuti. Per avere informazioni su cosa fare e come procedere, è attivo il numero verde 1522, operativo 24 ore su 24, oltre ai numeri di emergenza dei carabinieri.

Ecco, quando ho visto la pubblicità, quando ho ripensato a tutti i casi di persone (soprattutto donne, ma non solo) chiuse in gabbia, private della libertà da parte di individui disturbati o incapaci di avere relazioni umane normali, ho pensato che, a questo punto, non me frega un fico secco di come Mara Carfagna sia arrivata al Governo, ha fatto una cosa giusta.

Annunci

11 Risposte to “A Mara quel che è di Mara.”

  1. No Blogger 18 luglio 2009 a 6:26 pm #

    Mara & co. hanno fatto una cosa ottima, qualche volta dal letame nascono i fiori 🙂

  2. ippaso 19 luglio 2009 a 12:15 pm #

    è un’ottima iniziativa certamente ma rimane inserita in un sistema che non funziona.

    in pratica siccome c’è troppa gente in carcere noi ci mandiamo solo quelli con più di 3 anni da scontare.
    per questo prima chi commetteva reati del genere si beccava quasi sempre i domiciliari (cosa assurda! ma come si fa a tenere uno così ai domiciliari?).

    oltre a definire bene il reato di stalking la carfagna (o chi per lei) ha deciso di innalzare la pena a 4 anni in modo da mandare sta gente in carcere anzichè ai domiciliari.

    il problema è che il governo sta innalzando e introducendo molte altre pene. ciò intaserà ancor di più il sistema…

    comunque questa legge in particolare (so che tra l’altro ci sono già moltissime denunce!) è senz’altro un fatto positivo.

  3. giraffa 19 luglio 2009 a 3:52 pm #

    * No Blogger, mi sa che tutta la politica italiana è un gran bel letamaio..ma qualcosa di utile ancora riesce a sbocciare 🙂

    * Ippaso, sicuramente qualcuno l’avrà scritta per la Carfagna, ma è importante che si sia impegnata e abbia ascoltato le richieste di tantissime persone perseguitate da anni, impotenti davanti a esseri umani perfidi o disturbati mentalmente. A questo punto, però, il governo dovrebbe decidere di affrontare seriamente il problema della lentezza dei processi e del sovraffollamento delle carceri, ma per quello serve un po’ più tempo..

  4. copyman 19 luglio 2009 a 4:05 pm #

    Prima di entrare nel merito, premetto che leggendo il titolo del post sul blog conigliesco ho pensato a Mara, ma non alla Cargagna bensì a Mara…calagonis e mi son detto: “Isbò, itt’anti combinau is maresus?” 🙂

    Per quanto riguarda la nuova normativa in materia di stalking concordo che sia un buon passo in avanti rispetto all’applicazione ormai impropria, inadeguata e anacronista dell’articolo 610 c.p.

    Quel che resta da dimostrare è la capacità dello Stato di tradurre in pratica il disegno del legislatore e i protocolli d’intesa tra Ministeri.
    Non vorrei che ciò che sulla carta appare ottimo si rivelasse, per tagli al bilancio e mancanza di personale, l’ennesima riedizione del “matrimonio con i fichi secchi”.

  5. Presidente di Bananas Republik 19 luglio 2009 a 5:18 pm #

    ho pensato a Mara, ma non alla Cargagna bensì a Mara…calagonis e mi son detto: “Isbò, itt’anti combinau is maresus?”

    eheheheh fantastica questa 😀

    Condivido le vostre considerazioni, tuttavia precisiamo che la signora ministra o menestrella non ha le competenze necessarie per qualcosa di così complesso come un disegno di legge …. ! Nè l’esperienza politica.

    Questa legge si muove in linea con provvedimenti che in altri stati esistono già dagli anni ’90. Anche in italia ormai bisognava adeguarsi: e la Carfagna raccoglie meriti e consensi passando di lì per caso……….

  6. No Blogger 19 luglio 2009 a 5:52 pm #

    certamente la Carfagna, pur non essendo di Maracalagonis ;), ha avuto il merito di portare in Consiglio dei ministri prima e in Parlamento poi ‘sto disegno di legge. L’ha scritto chissà chi e non lei? Ovvio come l’acqua calda. I Ministeri hanno uffici legislativi oppure ci ha pensato Ghedini. “Non importa se il gatto è nero o grigio, l’importante è che acchiappi i topi”, disse qualcuno un po’ di tempo fa. Non parlava della Carfagna, che comunque dovrà impegnarsi per fare la sua parte per far acchiappare sul serio, i topi..ehm, i molestatori.

  7. giraffa 19 luglio 2009 a 6:17 pm #

    * Copy, oggi non hanno combinato nulla ma calincuna cosa d’anta combinai, perciò, mi tengo il titolo per riciclarlo 😛 teniamo d’occhio oil governo e Mara, per vedere se, col tempo, la legge viene applicata seriamente..

    * Cara Presidente bananiana (come si chiamano gli abitanti della Republik??) Carfagna non ha le competenze necessarie ma, se ripensiamo che il governo Prodi ci ha regalato come ministro della giustizia (della giustizia!!!!) uno come Mastella, che con la sua amnistia ha svuotato carceri che dopo due giorni si sono nuovamente riempite, e ha garantito l’impunità a tanti delinquenti (oltre ad avere conoscenze mafiose di tutto rispetto..) ma nulla di più, allora, ben venga Marella che passa di là e porta a termine una buona azione!

    * NB, Marella avrà altri consulenti, Ghedini è impegnato a risolvere le beghe dell’imperatore!

  8. giraffa 19 luglio 2009 a 7:48 pm #

    ops, indulto..

  9. Regina Madry 19 luglio 2009 a 10:01 pm #

    ma sì, anche se non fosse tutta farina del sacco di Mara è comunque lei che ci ha messo il faccino, quindi per una volta concediamole un momento di gloria (e comunque la legge è un’ottima cosa).

  10. Fra Puccino 19 luglio 2009 a 11:23 pm #

    In realtà il livello medio della classe politica italiana è così basso, che probabilmente scegliendo i ministri tramite estrazione a sorte si otterrebbe un Gabinetto migliore di quello attuale.

    Comunque, effettivamente, lode al merito alla Carfagna cui comunque competeva la scelta politica; ma non dimentichiamo che nella terzulitma legislatura (prima di questa e prima di quella del governo Prodi) il parlamento a maggioranza destrorsa aveva approvato una legge di tutela degli animali.

    Insomma, una volta su dieci c’è anche una sorpresa positiva 🙂

  11. giraffa 19 luglio 2009 a 11:42 pm #

    * Eh, Madry, quanno ce vo’ ce vo’ 😉

    * Fra Puccino, diciamo che, ogni tanto, qualcuno che ragiona bene, pur affidandosi ad esperti, si trova..sono casi molto rari e, purtroppo, spesso accade che ne facciano una buona e cento inutili ma, per ora, teniamoci la cosa buona 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: