Benedetti mille euro.

26 Mag

sarasBenedetti mille euro che ti fanno infilare in una cisterna per non uscirne più. Mille euro a tempo, per progettare la tua vita, per sostenere quella degli altri, per viverla decentemente, per non sentirti un peso morto di questa società, per convincerti che conti qualcosa anche tu. Benedette riforme del lavoro, che permettono di trattare gli esseri umani come oggetti usa e getta, a tempo e a buon prezzo. Benedette facce contrite ai funerali, benedette mani colpevoli che sfioreranno teste di figli, stringeranno mani di vedove, abbracceranno madri, toccheranno spalle di padri. Benedetti monumenti che saranno il bagno dei piccioni. Benedetti minuti di silenzio, domani saranno già passati.   

(Tre persone sono morte negli stabilimenti della Saras, a Sarroch in provincia di Cagliari, non erano in guerra, facevano il loro lavoro).

Annunci

13 Risposte to “Benedetti mille euro.”

  1. No Blogger 26 maggio 2009 a 11:58 pm #

    ognuno faccia la sua parte, perchè questi non siano gli ennesimi e benedetti morti invano.

  2. eppifemili 27 maggio 2009 a 12:04 am #

    Benedette promesse non mantenute.

  3. copyman 27 maggio 2009 a 4:28 am #

    Caparezza non è esattamente affine ai miei gusti musicali, però da quando ho letto la notizia dei 3 operai morti a Sarroch mi rimbomba in testa questa canzone

    EROE

    Piacere / Luigi delle Bicocche
    Sotto il sole faccio il Muratore e mi spacco le nocche
    da giovane il mio mito era l’attore Dennis Hopper
    che in Easy Rider girava il mondo a bordo di un Chopper
    invece io passo la notte in un Bar Karaoke
    se vuoi mi trovi lì / tentato dal videopoker
    ma il conto langue e quella macchina vuole il mio Sangue
    un soggetto perfetto per Brahm Stoker

    TU
    che ne sai della vita degli Operai
    io stringo sulle spese / Goodbye Macellai
    non ho salvadanai da Sceicco del Dubhai
    mi verrebbe da devolvere l’otto per mille a Snai
    io sono il pane per gli usurai, ma li respingo
    non faccio l’Al Pacino / non mi faccio di Pachinko
    non gratto / non vinco / non trinco / nelle sale Bingo
    man mano mi convinco

    che io sono un Eroe
    perchè lotto tutte le ore
    sono un Eroe
    perchè combatto per la pensione
    sono un Eroe
    perhcè proteggo i miei cari / dalle mani dei Sicari / dei cravattari
    sono un Eroe
    perchè sopravvivo al mestiere
    sono un Eroe
    straordinario tutte le sere
    sono un Eroe
    E te lo faccio vedere
    ti mostrerò cosa so fare col mio superpotere

    Stipendio dimezzato / o vengo licenziato
    a qualunque età io sono già fuori mercato
    fossi un ex SS novantatreenne / lavorerei nello studio del mio avvocato
    invece torno a casa distrutto la sera
    bocca impastata come calcestruzzo in una betoniera
    io sono al verde / vado in bianco / ed il mio conto è in Rosso
    quindi posso rimanere fedele alla mia bandiera?

    SU
    vai / a vedere nella galera / quanti precari / sono passati ai mal’affari
    quando t’affami / ti fai / nemici vari
    se non ti chiami Savoia scorda i Domiciliari
    finisci nelle mani di strozzini / ti cibi
    di ciò che trovi se ti ostini a frugare i cestini
    ne l’Uomo ragno ne Rocky ne Rambo ne affini
    farebbero ciò che faccio per i miei Bambini

    sono un Eroe
    perchè lotto tutte le ore
    sono un Eroe
    perchè combatto per la pensione
    sono un Eroe
    perhcè proteggo i miei cari / dalle mani dei Sicari / dei cravattari
    sono un Eroe
    perchè sopravvivo al mestiere
    sono un Eroe
    straordinario tutte le sere
    sono un Eroe
    E te lo faccio vedere
    ti mostrerò cosa so fare col mio superpotere

    Per far denaro ci sono più modi / potrei darmi alle frodi
    e fottermi i soldi dei morti come un banchiere a Lodi
    c’è chi ha mollato il Conservatorio per Montecitorio
    lì i pianisti sono più pagati di Adrien Brody
    io vado avanti e mi si offusca la mente
    sto per impazzire come dentro un Call Center
    vivo nella camera 237 / ma non farò la mia famiglia a fette
    perchè sono un Eroe

    sono un Eroe
    perchè lotto tutte le ore
    sono un Eroe
    perchè combatto per la pensione
    sono un Eroe
    perhcè proteggo i miei cari / dalle mani dei Sicari / dei cravattari
    sono un Eroe
    perchè sopravvivo al mestiere
    sono un Eroe
    straordinario tutte le sere
    sono un Eroe
    E te lo faccio vedere
    ti mostrerò cosa so fare col mio superpotere

  4. lagiraffa 27 maggio 2009 a 7:02 pm #

    * No Blogger, e facciamo la nostra parte, come possiamo 🙂

    * Eppi, raccontano così tante balle.. il Sindaco di Sarroch ha addirittura dichiarato che loro sono sani e felici o_O

    * Copy, la canzone di Caparezza rende bene la situazione di tanti piccoli Eroi..

  5. AndreA 27 maggio 2009 a 8:41 pm #

    Finirà mai tutto questo?? 😐

  6. No Blogger 27 maggio 2009 a 11:07 pm #

    finirà quando le persone “comuni” usciranno dal loro guscio caldo ed accogliente…

  7. lagiraffa 27 maggio 2009 a 11:10 pm #

    Andrea, spero proprio di sì..

    No Blogger, dovrebbero iniziare le persone che sono a stretto contatto con l’industria..

  8. No Blogger 27 maggio 2009 a 11:18 pm #

    non preoccuparti di chi deve iniziare..dobbiamo preoccuparci di aver iniziato noi :-))

  9. la coniglia 28 maggio 2009 a 6:49 pm #

    ma sai che io il post l’ho scritto diversi giorni prima che succedesse il fatto? Era già impostato per uscire ieri…a volte le coincidenze mi fanno male 😦 ho sentito dire che gli operai avevano una mascherina anti polvere e non le tute regolametari…sarà vero?

  10. giraffa 28 maggio 2009 a 11:03 pm #

    NB, e allora continuiamo.. 🙂

    Coniglia, una triste coincidenza.. a pensarci bene, coincide anche con la richiesta del sequestro del film da parte della Saras, evidentemente racconta qualcosa che proprio non deve uscire fuori da quelle mura 😦 anch’io sto sentendo tante cose, chissà quali sono vere..quello che mi fa più male è il fatto che molti parlino degli operai morti come se fossero degli sprovveduti, troppo comodo lavarsene le mani in questo modo..

  11. Pralina 29 maggio 2009 a 3:58 pm #

    Tristezza, dolore e tantissima rabbia…

  12. Fra Puccino 29 maggio 2009 a 11:31 pm #

    Gli incidenti sul lavoro non sono solo colpa dell’incuria dei datori di lavoro; dipendono molto anche da una certa mentalità machista per cui se usi le protezioni non sei abbastanza uomo.

    Una mentalità da paese arretrato, che purtroppo ci costa tanti morti sul lavoro ma anche sulle strade, dove vale lo stesso discorso (sei un uomo se c’hai il macchinone, se sei cafone, se guidi da coglione)

  13. giraffa 30 maggio 2009 a 12:11 am #

    Sono d’accordo sul fatto che esista una tendenza a lasciar perdere le precauzioni e le protezioni, è per questo che i datori di lavoro devono fare controlli molto più severi sui dipendenti, senza lasciare troppo spazio all’errore umano. Nel caso della Saras, da quello che ho letto, il tempo previsto per i lavori di bonifica era inizialmente di sette mesi poi ridotti a 45 giorni, a causa della crisi..in condizioni del genere, la sicurezza va a farsi un giro lontano, lontano.. 😦

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: