L’Italia mi fa paura.

12 Mag

Così ha detto Cesare Battisti, una persona che ha vissuto nel nostro Paese quando l’Italia faceva veramente paura, anche grazie a lui. Battisti è un ex terrorista, è stato condannato in contumacia all’ergastolo per quattro omicidi, commessi durante gli anni di piombo, le vittime erano un maresciallo della polizia penitenziaria, un macellaio, un gioielliere, un agente della DIGOS. Qualche post fa, ho accennato brevemente a quegli anni, ricordando il rogo di Primavalle, sono d’accordo con il Presidente Napolitano quando parla di dialogo, di pacificazione però, credo anche che fare pace con il proprio passato non significhi garanzia plenaria di irresponsabilità, chi ha commesso degli omicidi, chi ha contribuito a commetterli, in un sistema democratico deve assumersi la responsabilità delle proprie azioni, se la sua colpa è dimostrata, non può essere sufficiente un ripensamento, una riflessione a mente fredda su quegli anni, non possono bastare i libri scritti e neppure le simpatie dei Paesi stranieri, anche perché tutti gli assassini hanno un buon motivo per uccidere ma riconoscerlo non serve a rendere giustizia. L’Italia non è l’Iran, non è gli Stati Uniti, non è uno Stato terrorista, non prevede la pena di morte per fare giustizia e gli italiani preferirebbero non essere presi in giro per l’ennesima volta da un terrorista “intellettuale”. Cesare Battisti dovrebbe riflettere anche su questo.

Annunci

11 Risposte to “L’Italia mi fa paura.”

  1. No Blogger 12 maggio 2009 a 3:20 pm #

    Cesare Battisti è un ex terrorista che finge di non essersene accorto, è semplicemente uno stronzo che deve andare in galera, niente di più.

  2. Silvia 12 maggio 2009 a 5:39 pm #

    sono d’accordo con te: chi ha commesso un crimine deve pagare…
    Purtroppo in Italia la certezza della pena è una barzelletta che ha smesso di far ridere per quanto è vecchia…
    Giorgiana Masi è morta il 12 maggio del 1977, quando l’Italia cercava di alzare la testa.
    Girgiana è stata uccisa da una revolverata sparata ad altezza d’uomo.
    Giustizia?
    Qualcuno ha mai pagato per la vita di giorgiana Masi, di Walter Rossi, di Valerio Verbano?
    No sono morti perchè la strategia del terrore si irrobustisse, perchpè facesse veramente paura!

  3. Silvia 12 maggio 2009 a 5:49 pm #

    che l’Italia abbia fatto paura non c’è dubbio era quella della strategia del torrore!
    Tanti, troppi morti aspettano che i loro assassini vadano in galera
    Tra loro Giorgiana Masi, morta uccisa da una pallottola sparata ad altezza d’uomo contro la folla durante una manifestazione.
    Cossiga qualche mese fa ha dichiarato che proprio così si è fatto a reprimere i ragazzi degli anni 70….

  4. lagiraffa 12 maggio 2009 a 11:15 pm #

    Non se n’è accorto, non voleva, non c’era e se c’era dormiva..bah 😦

  5. lagiraffa 13 maggio 2009 a 9:17 am #

    Ciao Silvia, solo oggi mi sono accorta che il sig. wordpress aveva inserito i tuoi commenti nello spam, non so per quale motivo, a volte fa i capricci.. la storia di Giorgiana Masi è tristemente emblematica del clima di terrore creato anche con il contributo dello Stato, una vergogna e un fallimento per uno Stato debole, che dimostrava la propria “forza” accanendosi con giovani innocenti e in buona fede. Ho letto anch’io l’intervista di Cossiga, di una spudoratezza e di un’arroganza inaccettabili, mi ha fatto arrabbiare tanto e, sopratutto, mi ha colpito il fatto che, tutto sommato, sia passata senza troppo clamore da parte degli italiani. Ormai, accettiamo tutto..o quasi..

  6. Regina Madry 13 maggio 2009 a 10:15 am #

    Un individuo come Battisti è lontano anni luce dal cosiddetto “dialogo”, mi sembra piuttosto un furbissimo che prima con la latitanza, poi con la vergognosa copertura di un paese straniero (si sa che un omicida è un rifugiato politico, no?) e dei suoi intellettuali (sic!!), ha vissuto indisturbato per anni. Pienamente d’accordo con NoBlogger: è uno stronzo che oltretutto dice (ancora) stronzate colossali, e che da ogni punto ddi vista (morale, giuridico, storico) dovrebbe semplicemente tornare in Italia e prendersi le sue responsabilità. Ma l’opinione pubblica è troppo occupata con le evoluzioni erotiche di Silvione…. 😦

  7. No Blogger 13 maggio 2009 a 10:30 pm #

    cavolo, la mitica Regina Madry è d’accordo con me? Devo preoccuparmi oppure sono diventato intelligente o anche no? 😀

  8. Regina Madry 13 maggio 2009 a 11:09 pm #

    bah, mitica…. 😉
    e poi, in realtà, siamo spesso d’accordo, No- B, è che io mi contengo, altrimenti ho improvvise explosion di violenza, mica sono di navigata esperienza dialettica come te, carissimo….(uh!) 🙂

  9. No Blogger 14 maggio 2009 a 12:37 am #

    ..”navigata esperienza dialettica”? “carissimo”? o cielo, sono sempre più preoccupato oppure sempre più intelligente (o anche no) ! 😀

  10. Regina Madry 14 maggio 2009 a 10:40 am #

    civettone…..! 😀

  11. No Blogger 14 maggio 2009 a 4:18 pm #

    ..ooooohhh, tacchinona…ma così mi confondi 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: