Primo maggio, su coraggio.

1 Mag

quarto_stato-giuseppe-pellizza-da-volpedo

Ieri, il giovane Umberto Tozzi rincuorava così la donna che stira cantando, quando le diceva oggi ritorno da lei, primo maggio, su coraggio e, in fondo, intendeva semplicemente dirle “arrangiati un po’ come ti pare”. Oggi io rincuoro così tutti i lavoratori/non lavoratori, tutti quelli che hanno o hanno avuto un co.co.pro., un co.co.co., un co.co.dè., un co.cco.li.no., un co.co.boh. non rinnovato, magari perché non erano simpatici o perché pretendevano rispetto dai datori di lavoro, quelli che avevano un lavoro “sicuro” e ora hanno una stabile insicurezza, quelli che credono ancora che il lavoro sia un diritto e, anzi, sia il diritto che garantisce un’esistenza libera e dignitosa, quelli che portano avanti i loro progetti con impegno, tutti i giorni: arrangiamoci e lottiamo per un nostro diritto, qualcosa di buono verrà, prima o poi.

P.S. se poi riuscissi a capire perchè il sig. WordPress mi inserisce il testo in verde, sarebbe molto bello.

Annunci

10 Risposte to “Primo maggio, su coraggio.”

  1. S.B. 1 maggio 2009 a 10:51 am #

    Il carattere verde non è male, lascialo dai 🙂 Quanto al lavoro/diritto a me è sempre sembrato una cosa strana. Intendo che è quel tipo di diritto che nessuno ti può garantire ma che tu giorno per giorno, lottando OGNI SINGOLO GIORNO della tua vita, riesci a rendere migliore o peggiore, più vicino ai tuoi sogni e ai tuoi ideali, alle tue esigenze, alla tua vita. Per me il lavoro è un po’ come una relazione. Si può solo costruire e si possono porre i presupposti perchè tutti abbiano la possibilità di avere una relazione che li soddisfi. Ma per il resto non si può garantire niente.

  2. No Blogger 1 maggio 2009 a 2:46 pm #

    ..il lavoro lo si conquista, lo si crea, lo si fà, lo si mantiene..è un diritto che nasce da noi stessi e che nessuno ci aiuta ad avere e mantenere, oggi…

  3. eppi 1 maggio 2009 a 4:05 pm #

    sarebbe molto bello anche sapere perchè se uno va capo il signor WordPress fa saltare una riga…e lascia mezzo km di spazio…
    comunque condivido: ora è tempo di arrangiarsi e combattere…non facile però eh?!!

  4. giraffa 1 maggio 2009 a 5:29 pm #

    * S.B., massì, lasciamo tutto questo verde speranza! Per quanto mi riguarda, ho capito già da un po’ che il lavoro non mi sarebbe piovuto dall’alto e mi impegno, mi arrangio, tutti i giorni per realizzare i miei sogni, i miei progetti, nonostante le difficoltà che ormai tutti conosciamo. Però, mi è capitato di fare dei lavori senza ricevere neppure un rimborso per le spese, ai quali ho naturalmente rinunciato, e questo è il sintomo che nemmeno il famoso diritto ad una retribuzione equa, diritto elementare, viene adeguatamente tutelato, anzi, molti personaggi, in mancanza di controlli, sono pronti a sfruttare il lavoro altrui, e lo stato di bisogno, senza troppi scrupoli, per questo credo si debba continuare a lottare 🙂

    * No Blogger, sicuramente lo si fa, lo si crea, lo si mantiene ma sarebbe anche giusto evitare che il mondo del lavoro si trasformi in una vera e propria giungla..come sai io, nella giungla, tra gli animali feroci e le liane, ci ho vissuto per un po’ e mi sono abituata, eppure sono convinta che un briciolo di tutela in più non guasterebbe 🙂

    * Eppi, sarebbe bello fare un corso per imparare ad usare il sig. wordpress, visto che sono una schiappa totale.. e no, non è facile, con tutte queste lotte non faccio altro che leccarmi le ferite! 😉

  5. AndreA 1 maggio 2009 a 11:51 pm #

    Wow, figata il testo in verde… 😀

    Un abbraccio! 🙂

  6. lagiraffa 2 maggio 2009 a 2:40 pm #

    Andrea, e vabbbè, diciamo che è una figata..ma se torna normale è ancora di più una figata! 😀 un abbraccio anche a te 🙂

  7. antonio76 3 maggio 2009 a 7:50 pm #

    Penso che lo pubblichi in verde perchè sa che sei eculogista.. no?

  8. No Blogger 3 maggio 2009 a 8:01 pm #

    ullàllà, esprit de finèsse 😮

  9. Paola da betclic 28 giugno 2009 a 11:50 pm #

    smettetela di essere così malinconici con il 1 Maggio
    basta….su lasciate perdere

  10. lagiraffa 29 giugno 2009 a 12:01 pm #

    Paola, mi era sfuggito il tuo commento! Hai ragione, ormai il primo maggio è un lontano ricordo, bello solo per la malinconia..ci arrangiamo un po’ come viene 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: